Docenti neoassunti GPS 2021/22, composizione commissione prova disciplinare. Requisiti componenti

WhatsApp
Telegram

I docenti assunti dalla prima fascia delle GPS nell’a.s. 2021/22, ai fini dell’immissione in ruolo, sosteranno nelle prossime settimane la prevista prova disciplinare. Da chi sarà composta la commissione? Quali i requisiti per i presidenti e i  componenti?

Procedura

La procedura di assunzione dei docenti suddetti è quella straordinaria, prevista dal DL n. 73/2021 (convertito in legge n. 106/2021) e finalizzata alla copertura di posti residuati dalle assunzioni ordinarie da GaE e graduatorie di merito concorsuali a.s. 2021/22.

Queste, ai sensi del DL n. 73/2021 e del DM attuativo n. 242/2021, le tappe che stanno portando all’assunzione in ruolo degli interessati:

  • assunzione a tempo determinato nell’a.s. 2021/22 (già effettuata);
  • svolgimento, nel corso dell’a.s. 2021/22, del percorso annuale di formazione iniziale e prova di cui all’articolo 13 del D.lgs. 59/2017 (in via di conclusione);
  • prova disciplinare (consistente in un colloquio di idoneità), a seguito della positiva valutazione del suddetto percorso, innanzi a una commissione esterna alla scuola di servizio (ancora da effettuare);
  • assunzione in ruolo a decorrere dal 1° settembre 2021 o, se successiva, dalla data di inizio del servizio (nell’a.s. 2021/22) e conferma in ruolo nella medesima istituzione scolastica in cui è prestato il servizio a tempo determinato e si svolge il percorso annuale di formazione iniziale e prova (ancora da effettuarsi).

Precisiamo che:

  • in caso di valutazione  negativa del percorso di formazione iniziale e prova, lo stesso si deve ripetere (lo si può fare una sola volta);
  • in caso di giudizio negativo (ossia di non idoneità) nella prova disciplinare si decade dalla  procedura e il contratto non è trasformato a tempo indeterminato (il servizio prestato viene comunque valutato  quale incarico a tempo determinato).

Per essere assunti in ruolo, dunque, i docenti interessati devono superare il periodo di prova e la prova disciplinare.

Prova disciplinare

La prova disciplinare (ossia il colloquio di idoneità) si svolgerà entro il 31 luglio 2022, previa valutazione positiva del percorso annuale di formazione iniziale e prova. In cosa consiste la prova disciplinare e cosa studiare

Per alcune procedure, quelle con un numero esiguo di partecipanti, è stata disposta l’aggregazione interregionale, ragion per cui alcuni candidati si sposteranno di regione per sostenere la suddetta prova oppure potranno svolgerla in videoconferenzaECCO L’ALLEGATO A con le aggregazioni regionali

Docenti neoassunti da GPS, ecco i quadri di riferimento per la valutazione della prova orale

Commissione

L’articolo 9 del DM n. 242/2021 dispone che le commissioni di valutazione della prova disciplinare sono composte, su base regionale, da personale esterno all’istituzione scolastica di servizio del candidato (quella di assunzione a tempo determinato nell’a.s. 2021/22).

Le commissioni, leggiamo sempre nel citato art. 9, sono costituite secondo le modalità e nel rispetto dei requisiti di cui al DM  n. 329/2019 (relativo alle commissioni dei concorsi per titoli ed esami della scuola dell’infanzia e primaria) e al DM n. 201/2020 (ove sono indicati i requisiti dei componenti le commissioni dei concorsi per titoli ed esami della scuola secondaria).

Alla luce delle disposizioni sopra richiamate e di quanto riportato nel DM n. 147/2022, le commissioni giudicatrici della prova disciplinare:

  • sono presiedute da un professore universitario o da un dirigente tecnico o da un dirigente scolastico;
  • sono composte da due docenti.

A ciascuna commissione è assegnato un segretario, individuato tra il personale amministrativo appartenente alla seconda area o superiore ovvero alle corrispondenti aree del comparto istruzione e ricerca, secondo le corrispondenze previste dalla tabella n. 9 allegata al DPCM del 26 giugno 2015.

Gli aspiranti presidenti e componenti le commissioni presentano apposita istanza al dirigente dell’USR individuato quale responsabile della procedura ai sensi dell’Allegato A (dove sono riportate le aggregazioni interregionali di cui sopra).  Qui gli interpelli deli USR per la composizione delle commissioni

Requisiti scuola dell’infanzia e primaria

Presidenti

Per i posti comuni, gli aspiranti presidenti devono possedere i seguenti requisiti:

  • per i professori universitari, svolgere o aver svolto attività di insegnamento nei corsi di laurea in SFP;
  • per i dirigenti tecnici, appartenere allo specifico settore ovvero svolgere o aver svolto attività di insegnamento nei corsi di laurea in SFP;
  • per i dirigenti scolastici, aver diretto o dirigere istituti comprensivi o circoli didattici ovvero provenire dai relativi ruoli.

Per i posti di sostegno, gli aspiranti presidenti devono possedere i seguenti requisiti:

  • per i professori universitari, appartenere al settore scientifico disciplinare MPED/03 ovvero aver espletato attività di insegnamento nei percorsi di specializzazione per le attività di sostegno;
  • per i dirigenti tecnici, aver maturato documentate esperienze nell’ambito del sostegno o svolgere o aver svolto attività di insegnamento nei percorsi di specializzazione per le attività di sostegno. Costituisce titolo di preferenza l’aver svolto attività di sostegno agli alunni con disabilità essendo in possesso dei titoli di specializzazione;
  • per i dirigenti scolastici, aver diretto o dirigere istituti comprensivi o circoli didattici ovvero provenire dai relativi ruoli. Costituisce titolo di preferenza l’aver svolto attività di sostegno agli alunni con disabilità essendo in possesso dei titoli di specializzazione.

Componenti

I docenti, aspiranti alla nomina come commissari delle commissioni di posto comune, devono:

  • essere docenti confermati in ruolo con almeno 5 anni di anzianità nel ruolo, nella scuola rispettivamente dell’infanzia e primaria, a seconda della distinta procedura cui si riferisce il concorso;
  • avere documentati titoli o esperienze relativamente all’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nella didattica;
  • essere stati immessi in ruolo da graduatorie di concorso per titoli ed esami;
  • in caso di immissione in ruolo da GaE,  essere risultati idonei allo specifico concorso ordinario o aver conseguito l’abilitazione all’insegnamento attraverso il corso di laurea in SFP.

I docenti, aspiranti alla nomina come commissari delle commissioni di posto di sostegno, devono:

  • essere docenti confermati in ruolo e in possesso del titolo di specializzazione sul sostegno agli alunni con disabilità;
  • aver prestato servizio per almeno 5 anni nel ruolo su posto di sostegno nella scuola dell’ infanzia o primaria, a seconda della distinta procedura cui si riferisce il concorso;
  • avere documentati titoli o esperienze relativamente all’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nella didattica.

Requisiti scuola secondaria di primo e secondo grado

Presidenti

Per i posti comuni, gli aspiranti presidenti devono possedere i seguenti requisiti:

  • per i professori universitari, appartenere o essere appartenuti a uno dei settori scientifico disciplinari caratterizzanti le distinte classi di concorso;
  •  per i dirigenti tecnici, appartenere preferibilmente allo specifico settore;
  • per i dirigenti scolastici, provenire dai ruoli delle distinte classi di concorso  ovvero dirigere o avere diretto istituzioni scolastiche ove la classe di concorso è presente.

Per i posti di sostegno,  gli aspiranti presidenti devono possedere i seguenti requisiti:

  • per i professori universitari, appartenere o essere appartenuti al settore scientifico disciplinare M-PED/03 ovvero aver espletato attività di insegnamento nei percorsi di specializzazione per le attività di sostegno;
  • per i dirigenti tecnici, aver maturato preferibilmente documentate esperienze nell’ambito del sostegno o svolgere o aver svolto attività di insegnamento nei percorsi di specializzazione per le attività di sostegno. Costituisce titolo di preferenza l’aver svolto attività di sostegno agli alunni con disabilità essendo in possesso dei titoli di specializzazione;
  • per i dirigenti scolastici, dirigere o aver diretto istituzioni scolastiche del grado di istruzione relativo alle distinte procedure concorsuali per la scuola secondaria di primo o secondo grado. Costituisce titolo di preferenza l’aver svolto attività di sostegno agli alunni con disabilità essendo in possesso dei titoli di specializzazione.

Componenti

I docenti, aspiranti alla nomina come commissari delle commissioni di posto comune, devono:

  • essere docenti confermati in ruolo, con almeno cinque anni di servizio, compreso il pre-ruolo, prestato nelle istituzioni del sistema educativo di istruzione e formazione, nella specifica classe di concorso;
  • avere documentati titoli o esperienze relativamente all’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nella didattica;
  • essere stati immessi in ruolo da graduatorie di concorso per titoli ed esami;
  • in caso di immissione in ruolo da GaE, essere risultati idonei allo specifico concorso ordinario o aver conseguito l’abilitazione all’insegnamento attraverso le SSIS o gli analoghi percorsi del settore AFAM;
  • in caso di docenti AFAM, appartenere al settore accademico disciplinare coerente con la classe di concorso e aver prestato servizio nel ruolo per almeno cinque anni.

I docenti, aspiranti alla nomina come commissari delle commissioni di posto di sostegno, devono:

  • essere docenti confermati in ruolo e in possesso del titolo di specializzazione sul sostegno agli alunni con disabilità;
  • aver prestato servizio, per almeno cinque anni, compreso il pre-ruolo, nelle istituzioni del sistema educativo di istruzione e formazione, su posto di sostegno nella secondaria di primo o secondo grado, a seconda della distinta procedura cui si riferisce il concorso;
  • avere documentati titoli o esperienze relativamente all’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nella didattica.

Docenti neoassunti da GPS: prova disciplinare entro il 31 luglio, convocazione almeno dieci giorni prima. PROGRAMMI e aggregazioni regionali

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur