Docenti neoassunti e anno di prova: le fasi principali del percorso

In attesa della pubblicazione, da parte del Ministero dell’Istruzione, della Nota annuale con oggetto il “Periodo di formazione e prova per i docenti neo-assunti 2020/21”, illustriamo in linea generale gli adempimenti che dovranno svolgere gli insegnanti neoimmessi.

Percorso DM 850/2015: docenti interessati

Il percorso riguarda i docenti neoassunti:

  • dalle graduatorie ad esaurimento (infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado);
  • dalle graduatorie di merito dei concorsi 2016 (infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado);
  • dalle graduatorie di merito del concorso straordinario 2018 infanzia e primaria;
  • dalle fasce aggiuntive, concorso Docenti 2018;
  • tramite procedura assunzionale per chiamata.
  • docenti già assunti negli anni precedenti che non lo hanno ancora svolto

In questo articolo abbiamo descritto tutte le casistiche riguardanti chi deve svolgere l’anno di prova e chi ne è esonerato:

Docenti Neoimmessi in ruolo 2020/21: anno di prova, chi deve svolgerlo

Adempimenti

La durata complessiva del percorso è quantificata in 50 ore di impegno; il percorso prevede le seguenti fasi/attività:

  • incontri propedeutico e di restituzione finale;
  • attività formative in presenza (laboratori e/o visiting in scuole innovative);
  • osservazione in classe Tutor-Docente e Docente-Tutor (da pianificare anche mediante apposita strumentazione operativa);
  • patto per lo sviluppo formativo-professionale tra il Docente neoimmesso e il Dirigente scolastico;
  • formazione online/piattaforma INDIRE;
  • compilazione dei documenti/portfolio professionale che costituiranno al temine il Dossier finale, tra questi:
  1. Curriculum formativo con almeno un’esperienza completa;
  2. Il bilancio inziale delle competenze;
  3. Titolo e sintesi dell’attività didattica;
  4. Bisogni formativi futuri;
  5. Questionario.

Al termine del percorso di formazione e prova gli interessati sosteranno il colloquio finale davanti al Comitato di valutazione.

Incontri propedeutici

Il M.I. ogni anno consiglia di calendarizzare gli incontri a partire dal mese di ottobre.

Durante gli incontri propedeutici:

  • devono essere fornite indicazioni sulle diverse fasi del percorso di formazione;
  • devono essere illustrati i materiali di supporto per la successiva gestione delle attività (struttura dei laboratori formativi, format del bilancio di competenze e del portfolio);
  • devono essere fornite informazioni per aiutare i docenti anche ad inserirsi nelle dinamiche della vita professionale, fornendo indicazioni di carattere operativo (ad esempio, l’utilità di accedere ai benefici del sistema previdenziale Espero).

È consentita, a richiesta, la partecipazione del docente tutor.

Incontri di restituzione finale

Per quanto riguarda gli incontri di restituzione finale,  generalmente vengono organizzati dalle istituzioni scolastiche eventi di carattere professionale anche attraverso il coinvolgimento e le testimonianze dei diretti protagonisti degli eventi formativi (es. docenti partecipanti al visiting o a laboratori particolarmente coinvolgenti, tutor, dirigenti scolastici) oltre che esperti di sviluppo professionale e comunità professionale.

Durata incontri

La durata degli incontri iniziali e finali succitati è pari a 6 ore complessive.

N.B. L’articolo si basa su quanto disposto negli anni precedenti. Siamo in attesa della nuova circolare per l’anno scolastico 2020/21.

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Scegli il corso ideato da Eurosofia per acquisire le nuove, indispensabili competenze