Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Docenti neoassunti, chi ha il ruolo con cattedra su due scuole come deve organizzare le 40 ore da effettuare? [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

Dal 1° settembre i docenti neoassunti in ruolo inizieranno la loro nuova avventura. Durante questo primo anno dovranno però sostenere l’anno di formazione e prova. Che succede nel caso in cui un insegnante sia stato assegnato su 2 scuole? Come bisogna organizzare l’attività di formazione e prova?

Si tratta di uno dei temi affrontati nel corso del Question Time del 29 agosto in diretta su OS TV. A rispondere l’esperta di normativa scolastica Sonia Cannas.

A prescindere dall’anno di prova, bisogna riproporzionare le ore sulle due scuole“, spiega Cannas. “Sulla base dei piani delle attività delle due scuole, ciascun docente dovrà fare una proposta da sottoporre ai due dirigenti scolastici. Generalmente si cerca di dividere il carico di ore in modo proporzionale alle due scuole“, aggiunge.

L’esperta pone un esempio: se si fosse suddiviso il carico di ore a metà, quindi poniamo il caso che le 18 ore siano “9 ore in una scuola e 9 in un’altra, si cerca generalmente di suddividere gli impegni al 50%“.

Se invece il carico è diverso, ad esempio 15 ore in una scuola e 3 in un’altra, la maggior parte degli impegni si seguiranno nella scuola in cui si svolgono 15 ore“, conclude Sonia Cannas.

Docente nominato su più scuole, come si suddividono gli impegni delle ore 40 +40

ASCOLTA LA RISPOSTA INTEGRALE DI SONIA CANNAS AL MINUTO 38:16

TUTTE LE RISPOSTE

Anno di prova docenti neoassunti

Una volta assunti in ruolo e sottoposti al vincolo di cui sopra, i docenti neo immessi in ruolo devono svolgere l’anno di prova, disciplinato dal DM n. 226/2022. Approfondisci come si articola l’anno di formazione e prova

Il DM 226/22, ricorrendone i previsti motivi, contempla la possibilità di rinviare l’anno di prova. Nello specifico, l’anno di prova è rinviabile:

  • nei casi di fruizione di assegno di ricerca o di frequenza di dottorato di ricerca;
  • in tutti gli altri casi previsti dalla normativa vigente.

A quanto detto, aggiungiamo che il superamento dell’anno di prova è subordinato allo svolgimento di  180 giorni di servizio, di cui almeno 120 di attività didattiche. Pertanto, se non si raggiungono i predetti giorni l’anno di prova è rinviato.

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

EUROSOFIA: Progressione dei Facenti Funzione DSGA all’area dei Funzionari ed Elevate Qualificazioni