Docenti inidonei, gli USR prendono l’iniziativa. Secondo la FLCGIL bisogna attendere del Decreto

di redazione
ipsef

red – Dopo l’approvazione del DL n. 104 del 12/09/2013, convertito, con modifiche, dalla legge 128 dell’11 novembre, i docenti inidonei dovranno sottoporsi ad un accertamento delle condizioni di inidoneità. Gli  USR prendono l’iniziativa.

red – Dopo l’approvazione del DL n. 104 del 12/09/2013, convertito, con modifiche, dalla legge 128 dell’11 novembre, i docenti inidonei dovranno sottoporsi ad un accertamento delle condizioni di inidoneità. Gli  USR prendono l’iniziativa.

La situazione dei docenti inidonei all’insegnamento per motivi di salute (o come vogliono essere definitivi meglio, "idonei ad altri compiti"), dopo essere entrata nel mirino delle Spending review, si è a diri poco ingarbugliata.

Tra le novità per i docenti già utilizzati in altri compiti c’è quelli che li vuole sottoposti tutti a una nuova visita di controllo, in base alla quale potranno o essere considerati nuovamente idonei e quindi tornare a insegnare o essere confermati inidonei all’insegnamento

Nel caso invece non vogliano sottoporsi a nuova visita possono scegliere o il passaggio volontario nel ruolo ATA o obbligatoriamente la mobilità in altra Amministrazione.

Alcuni Uffici Scolastici Regionali hanno preso l’iniziative autonome per dare indicazioni alle scuole, e al personale interessato, sulle procedure da attuare.

Si tratta di una iniziativa legittima?

Secondo la FLCGIL no, è inopportuna e "fuori luogo qualsiasi iniziativa (o “fuga in avanti”) da parte delle singole amministrazioni territoriali, prima dell’emanazione di questo decreto".

Vedi anche

Dl istruzione e docenti inidonei: nella nuova legge qualche luce, ma molte ombre. Interessati anche i docenti che usufruiscono della L.104

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione