Docenti inidonei presto trasferiti nei ruoli Ata. Blundo (M5S): serve una ulteriore proroga

di redazione
ipsef

"Sono molto preoccupata del fatto che gli Uffici Scolastici Regionali e i dirigenti scolastici stiano convocando i docenti "inidonei" per informarli del loro imminente trasferimento nei ruoli tecnico-amministrativi, una prospettiva che qualora diventasse realtà mortificherebbe la dignità di tutti quei docenti che hanno scelto di dedicare la loro vita all'insegnamento, garantendo un valido e attivo supporto all’offerta didattica e formativa anche dopo il peggioramento del loro stato di salute”. Lo afferma la Parlamentare del MoVimento Cinque Stelle Enza Blundo.

"Sono molto preoccupata del fatto che gli Uffici Scolastici Regionali e i dirigenti scolastici stiano convocando i docenti "inidonei" per informarli del loro imminente trasferimento nei ruoli tecnico-amministrativi, una prospettiva che qualora diventasse realtà mortificherebbe la dignità di tutti quei docenti che hanno scelto di dedicare la loro vita all'insegnamento, garantendo un valido e attivo supporto all’offerta didattica e formativa anche dopo il peggioramento del loro stato di salute”. Lo afferma la Parlamentare del MoVimento Cinque Stelle Enza Blundo.

 “Il trasferimento del personale "inidoneo" viene nuovamente paventato – continua l’esponente penta stellata – a causa dell'ormai imminente scadenza della proroga prevista  nella legge 8 novembre 2013 n. 128 in cui si dava la possibilità a chi non voleva transitare all'interno del personale ATA o andare in mobilità di poter continuare a svolgere il proprio ruolo di docente fino al 31 agosto 2016. Il personale scolastico “inidoneo” – aggiunge – Blundo – ha già partecipato a numerosi incontri istituzionali acquisendo dal Ministero una disponibilità di massima al mantenimento dei propri posti all'interno della loro specificità di ruolo,ma il Governo ha dimostrato  nei fatti finora scarsa sensibilità alla problematica e la prova di tale condotta sono le convocazioni che gli USR  stanno effettuando proprio in questi giorni”. 

“ Mi auguro che il Sottosegretario Faraone, visto il carattere d'urgenza che la vicenda riveste, dia velocemente riscontro  alle richieste di incontro presentate dal personale scolastico inidoneo, al fine di garantire loro la certezza di un’ulteriore proroga e procedere a un tempestivo e risolutivo accordo”- conclude Blundo.   

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare