Docenti inidonei. Fallimento politica del Governo, pagano gli ATA

di redazione
ipsef

red – Ieri il MIUR ha fornito ai sindacati i dati definitivi relativi alla prima fase della mobilità professionale dei docenti inidonei. Confermato il dato trapelato nelle scorse settimane: le domande sono inferiori ai posti disponibili.

red – Ieri il MIUR ha fornito ai sindacati i dati definitivi relativi alla prima fase della mobilità professionale dei docenti inidonei. Confermato il dato trapelato nelle scorse settimane: le domande sono inferiori ai posti disponibili.

In 5 regioni le domande presentate sono state superiori al numero di posti accantonati, nelle altre si è assistito ad una defezione-protesta con dati lontani dalle aspettative.

Un fallimento che, però, non blocca i piani. Il MIUR ha comunque confermato che l’iter della mobilità professionale ATA presegue senza intoppi e si attende per fine ottobre la sottoscrizione definitiva dell’accordo.

Intanto, c’è allarme tra i precari ATA, difatti, secondo quanto supposto dal sindacato SAB, i posti accantonati potrebbero essere definitivamente tagliati grazie ad un comma sviluppo presente nella bozza del DDL approvata venerdì. Si tratta di 1000 posti.

La FLCGIL ha chiesto che tutta l’operazione riguardante i docenti inidonei venga rinviata di un anno "al fine di procedere subito allo sblocco di tutti i 1.300 posti accantonati per garantire il servizio nelle scuole, superando la fase attuale di nomine fino all’avente diritto. l’apertura urgente di un tavolo di confronto contrattuale dispensa dal servizio senza ulteriori visite mediche".

Il Sab, invece, spinge oltre e chiede a tutte le sue strutture territoriali "di incalzare i Dirigenti degli USR (anche sulla base della DIFFIDA ad ADEMPIERE) a procedere alle assunzioni."

Comunque sia, pare che docenti inidonei e ATA abbiano ormai i destini definitivamente uniti.

I dati sui docenti inidonei

Indionei sintesi
Mobilita inidonei Assistente amministrativo
Mobilita inidonei Assistente tecnico

Versione stampabile
anief anief
soloformazione