Docenti ingabbiati infanzia e primaria al Governo: si attivi ora procedura abilitante

di redazione

item-thumbnail

Comitato Ingabbiati Infanzia e Primaria senza servizio secondaria – Nel pacchetto che il Governo sta per emanare, chiediamo che sia attivata ora anche la procedura abilitante, tanto auspicata, per noi Ingabbiati di Infanzia e Primaria senza servizio alla secondaria.

Siamo docenti che mai hanno avuto la possibilità di poter fare un percorso abilitante, per la nostra progressione di carriera. Tra di noi ci sono laureati, plurilaureati, docenti che hanno vinto uno o anche più concorsi nella scuola statale

Ma, soprattutto, siamo docenti di ruolo che NON hanno mai lasciato le proprie classi, al fine di perseguire quella che viene definita “continuità didattica”, strumento che la Scuola ritiene fondamentale per gli alunni,
giacché le classi non possono essere abbandonate, durante un percorso che inizia con un docente e che dovrebbe terminare con il medesimo.

Noi non abbiamo mai usufruito dell’articolo 36, cosa che invece molti docenti hanno sfruttato a proprio vantaggio, per effettuare delle supplenze da precari nella scuola secondaria, sapendo che, magari, il Governo avrebbe emanato per loro una sanatoria o che avrebbe concesso loro agevolazioni per l’accesso alla secondaria.

Certo, se i concorsi vengono effettuati solo per “chi ha servizio”, allora i nostri colleghi hanno fatto bene! Perché è questa la conclusione a cui si perviene.

Dobbiamo intendere che siamo stati noi sprovveduti a non utilizzare l’articolo 36, solo per difendere una continuità didattica, sulla quale si spendono solo belle parole ma che, a conti fatti, non ha nessun ritorno in
termini di merito lavorativo?

Abbiamo sbagliato noi a difendere le norme legislative della Scuola in cui poniamo fiducia?

Ebbene, oltre che persone coscienziose, siamo anche ricche di conoscenze, abilità e competenze, laureate, che hanno vinto già diversi concorsi e che vogliono, al pari dei colleghi che hanno servizio alla secondaria,
un’occasione per abilitarsi.

Detto questo, auspichiamo che il Governo, nel pacchetto che sta per emanare, attivi ORA anche la procedura abilitante, tanto auspicata, per noi Ingabbiati di Infanzia e Primaria senza servizio alla secondaria.

Perché la storia della Scuola è stata segnata da una grande disparità, attuata nei nostri riguardi: a noi è stata sempre negata la progressione di carriera, opportunità che viene garantita in tutte le istituzioni pubbliche.

E che non si replichi che noi, con il prossimo bando, possiamo fare un concorso ordinario: noi “almeno” un concorso lo abbiamo già vinto e reclamiamo uguaglianza di procedure con i colleghi della secondaria. E che
non si replichi che la procedura abilitante per noi non sia una priorità: l’uguaglianza di diritti e di doveri è sempre una priorità!

Crediamo nelle Istituzioni e lavoriamo costantemente, affinché non venga meno la continuità didattica in cui, fino ad ora, abbiamo sempre creduto e in cui vogliamo ancora continuare a credere.

Altrimenti sì che saremo ingabbiati per sempre. Ma saremo gli UNICI Ingabbiati per sempre.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione