Docenti ingabbiati: “Chiediamo un percorso abilitante per partecipare alla mobilità. Da vent’anni non possiamo farlo”

Stampa

Nel corso del dibattito live di Orizzonte scuola Tv è intervenuto Alessandro Maiorana, esponente del gruppo “Docenti ingabbiati”, insegnanti di ruolo che chiedono di potersi abilitare in altre classi di concorso per poter partecipare alla mobilità.

Da quasi vent’anni non ci sono possibilità per i docenti di ruolo per partecipare alla mobilità per passaggi di ruolo o di cattedra. Molti di noi non hanno possibilità di poter effettuare il passaggio. Ci sono tantissime cattedre scoperte al Nord e sud e, con un percorso abilitante, si darebbe l’opportunità di investire sulle competenze di questi insegnanti. Noi crediamo in una formazione costante“, dice Maiorana.

Inoltre, “il concorso straordinario abilitante non è sufficiente: un concorso che accerta solo mere conoscenze. Ancora oggi, tuttavia, non è chiaro quale sarà il percorso. Noi chiediamo di formarci, dateci l’opportunità di farlo. E’ una necessità nostra ma anche degli alunni e dei dirigenti scolastici“, conclude l’insegnante.

La mobilità è essere un diritto costituzionalmente garantito. Si tratta di una richiesta fatta dall’Anief, di una riconversione. Abbiamo anche chiesto un corso di abilitazione sulla falsariga del Tfa sostegno“, ha detto Daniela Rosano, sindacalista Anief.

“C’è disparità di trattamento all’interno del personale della scuola. Noi siamo contrari a queste disparità. Con dati e fatti alla mano, noi abbiamo già siglato accordi sui problemi, anche per quanto riguarda i docenti ingabbiati”, dice Irene Tempera, dello Snals Confsal. “Anni fa i percorsi di abilitazione erano ben strutturati. Bisogna riorganizzarli al più presto“, aggiunge.

 

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur