Docenti in quarantena faranno didattica a distanza, TESTO CONTRATTO. Non tutti firmano, UIL: non previste pause per chi lavora al PC e precari pagheranno di tasca propria

Stampa

Pubblichiamo il testo del contratto sulla didattica a distanza (didattica integrata) che è stato firmato da Anief e Cisl Scuola, mentre Uil Scuola ha preso una posizione nettamente contraria. Flc-Cgil, Gilda e Snals avrebbero deciso di consultare i propri organismi nazionali, la decisione arriverà nelle prossime ore.

Il contratto prevede la possibilità della DDI nelle istituzioni scolastiche “qualora l’andamento epidemiologico dovesse configurare nuove situazioni emergenziali a livello nazionale o locale, con sospensione della modalità ordinaria della didattica in presenza”.

Nell’articolo 1 si legge che “la DDI sarà svolta anche dal docente in quarantena fiduciaria o in isolamento fiduciario, ma non in malattia certificata, esclusivamente per le proprie classi, ove poste anch’esse in quarantena fiduciaria”.

Se le classi però svolgono attività in presenza, “il docente in quarantena o isolamento fiduciario, ma non in malattia certificata, svolgerà la DDI laddove sia possibile garantire la compresenza con altri docenti non impegnati nelle attività didattiche previste dai quadri orari ordinamentali”.

Nettamente contraria la UIL che con un comunicato che evidenzia i punti non condivisi e che hanno portato alla mancata firma.

Innanzitutto i “quarantenati, che seppur non contagiati, vivono condizioni familiari e personali psicologicamente pesanti, affatto considerate”, pertanto la UIL ritiene che debbano essere dispensati dalla DAD.

Altro punto cardine “i precari per i quali non si prevedono facilitazioni per i costi di connessione e l’acquisto di device”. Inoltre, “i dirigenti scolastici che si vedono consegnare una gestione sempre più esplosiva, complicata da nuovi problemi e da nessuna soluzione”.

Inoltre, “i docenti per i quali, nella didattica a distanza, si mantengono gli stessi identici orari della normale attività di insegnamento senza le pause previste per i lavoratori che svolgono lavoro al videoterminale pone enormi conseguenze anche sulla salute, delle quali qualcuno dovrà rispondere; non si considera nemmeno che l’utilizzo di numerose piattaforme informatiche li espone alla violazione della privacy”.

Scarica il testo del Contratto

Stampa

Black Friday Eurosofia, un’ampia e varia scelta di corsi d’aggiornamento pratici e di qualità con sconti imperdibili