Docenti II fascia graduatorie di istituto: protestate il 20 maggio! Lettera

Stampa

Il 20 Maggio la scuola si ferma. Una decisione sofferta ma inevitabile contro un governo che usa la scuola come bancomat per finanziare le proprie clientele elettorali.

Il 20 Maggio la scuola si ferma. Una decisione sofferta ma inevitabile contro un governo che usa la scuola come bancomat per finanziare le proprie clientele elettorali.

Tutti i sindacati più rappresentativi: CGIL SCUOLA, CISL SCUOLA, UIL SCUOLA E SNALS, hanno proclamato lo sciopero dell’intero personale: docente, ata ed educativo. A Napoli vi sarà una delle più grosse manifestazioni con concentramento a Piazza Dante e corteo per il Centro Storico della città sino a Piazza Matteotti

Lo sciopero ha tra gli obiettivi anche la stabilizzazione dei docenti precari di II Fascia che in questi giorni sono sottoposti all’ennesima prova concorsuale. Le immissioni in ruolo li hanno solo sfiorati e dopo anni di insegnamento nella scuola, come per il gioco dell’oca, si trovano alla casella di partenza. Una vera beffa. Lo sciopero del 20 ha anche l’obiettivo di sensibilizzare il governo sul loro dramma: professionale ed umano. Ma Molti di loro sono scoraggiati, altri sfogano il loro risentimento sui social network. Ma la vera protesta la si attua scendendo in campo e non stando seduti davanti al proprio PC. Le grandi conquiste del mondo del lavoro si sono avute quando i lavoratori hanno “incrociato le braccia” e bloccato un’ intero settore produttivo. L’alternativa è una protesta: vittimistica, parolaia, sterile, ed inconcludente.

Quindi cari colleghi fate sentire la vostra voce chiara e forte e trasformate la vostra rabbia e delusione in protesta contro il governo che vi ha prima illusi e poi abbandonati al vostro destino.

PROF. BIAGIO BIANCARDI doc. liceo Vittorini Napoli

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur