Docenti GI “fate un concorso per soli titoli e un piano quinquennale assunzioni”. Coscia “ne possiamo parlare”

di Paolo Damanti
ipsef

Oggi, i rappresentati del "Movimento nazionale insegnanti precari" Riziero Agostinelli, Gabriella Aruzzolo, insieme ad un centinaio di colleghi docenti iscritti in graduatoria d'istituto, hanno incontrato i parlamentari Stefano Fassina, Miguel Gotor e Maria Coscia.

Oggi, i rappresentati del "Movimento nazionale insegnanti precari" Riziero Agostinelli, Gabriella Aruzzolo, insieme ad un centinaio di colleghi docenti iscritti in graduatoria d'istituto, hanno incontrato i parlamentari Stefano Fassina, Miguel Gotor e Maria Coscia.

Subito dopo l'incontro abbiamo contattato per telefono Riziero Agostinelli per un resoconto.

Erano un centinaio, ci racconta Agostinelli. Cosa avete detto ai politici?

Abbiamo esposto le problematiche dei docenti precari delle graduatorie d'istituto, abbiamo fatto presente che ci sono docenti con 36 mesi di servizio e che c'è una sentenza, quella della Corte di giustizia europea che vieta la reiterazione dei contratti a tempo. Abbiamo chiesto il riconoscimento del titolo abilitante come titolo paragonato al concorso.

In che senso?

L'abilitazione, sia TFA che PAS, prevede degli esami in itinere e finali che interrompono il percorso se non vengono superati. Il nostro concorso lo abbiamo già svolto.

Quindi, qual è stata la vostra richiesta in concreto?

L'Onorevole Coscia, in particolare, chiede di riconoscere che il Governo sta assumendo. E' vero, ma se da un lato assumono, dall'altro licenziano migliaia di precari della seconda fascia che in questi anni hanno lavorato a scuola. Abbiamo chiesto un piano quinquennale di assunzione, ma a partire da subito, da settembre 2015.

Non credo i docenti delle Graduatorie ad esaurimento possano essere d'accordo

Non vogliamo prendere il loro posto, noi chiediamo una assunzione in subordine rispetto alle GaE: tra noi e i precari storici c'è pieno accordo. Il DDL scuola no ha diviso il precariato, la politica prova a dividere, noi siamo uniti. Noi siamo andati lì con il rispetto di chi sta nelle GaE.

Coloro che sono contrari a questo piano affermano che dalle Graduatorie d'istituto non si può assumere anche perché legalmente non avete superato un concorso e chi lavora per la Pubblica amministrazione deve aver superato un concorso

Intanto, però, facciamo supplenze e, di fatto, lavoriamo per la PA. Abbiamo firmato un contratto nazionale con l'amministrazione, con mansione di insegnante, ci si riconosce una professione. E' tutta volontà politica. Noi chiediamo un concorso, ma per soli titoli. Entreremmo in ruolo per concorso, in questo modo, rispettando la costituzione: basta un emendamento al DDL scuola. Abbiamo chiesto, inoltre, di tutelare chi già insegna dalla III fascia.

Avete chiesto dei corsi speciali?

Si, dei TFA speciali ai quali si accede in base al servizio, senza selezione iniziale, ma in itinere.

Che risposta avete avuto dai politici?

Da parte di Fassina e Goton abbiamo avuto massima disponibilità. Porteranno la nostra causa in Parlamento anche attraverso degli emendamenti perché vengano riconosciuti i diritti acquisiti.

L'On Coscia?

L'On Coscia ha detto che ne possiamo parlare.

Versione stampabile
anief
soloformazione