Docenti GaE: trasformazione 10mila cattedre di fatto in diritto e mobilità sul 30% dei posti. Lettera

WhatsApp
Telegram

inviato da Mimmo Croce* – Cara Ministra, Lei ha piena contezza di ciò che hanno subito i docenti ancora nelle GaE, Lei conosce benissimo cosa hanno comportato le deroghe, Lei sa benissimo che l’emendamento Puglisi ha modificato in itinere la 107/2015, mortificando e tradendo chi di quella Legge si fidava e che aveva sposato. I docenti con esperienza ventennale, ancora nelle GaE, chiedono a gran voce:  G I U S T I Z I A!

Non è possibile che in uno Stato di diritto non ci sia riconoscimento e rispetto dei diritti altrui e non ci si ravveda sugli errori commessi. La mobilità deve rimanere al 30% e già nella imminente manovra di bilancio, bisogna emendare ed autorizzare la conversione delle 10.000 cattedre che il MEF stesso le promise lo scorso anno, nel centro sud d’Italia, dove le GaE sono ancora inflazionate.
Non siamo più disposti a subire ingiustizie, non siamo più disposti ad essere ulteriormente mortificati. Ci dia notizie sulla conversione dei posti da organico di fatto a organico di diritto nel meridione d’Italia.
Il sostegno, altro dramma! Ma le sembra normale che i ragazzi diversamente abili, debbano essere seguiti da colleghi di seconda fascia senza specializzazione? Ma le sembra normale che questi ragazzini non debbano avere la tanto sbandierata continuità didattica, perché voi non vi decidete ad autorizzare la conversione e stabilizzare i docenti GaE ed i vincitori di Concorso specializzati?
Ma  cosa stiamo aspettando?
Ministra, Lei è una donna forte e grintosa e non ho dubbi che stia lottando affinché il MEF autorizzi la conversione, non ho dubbi, ma deve essere una PRIORITÁ, punto!
Grazie per l’attenzione che mi schiererà e Le chiedo scusa per lo sfogo.
*“docenti GaE coordinamento nazionale”

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur