Docenti GaE e GM 2016, cosa prevede fase transitoria. Novità per idonei oltre il 10%

di redazione
ipsef

La fase transitoria, delineata nel decreto legislativo sul nuovo sistema di formazione e reclutamento dei docenti della scuola secondaria di I e II grado, dedica un apposito paragrafo ai docenti precari delle GaE e ai docenti che hanno superato il concorso a cattedra del 2016.

Le nuove disposizioni sono frutto del parere espresso dalla VII Commissione cultura che, al riguardo, ha previsto:

“Prevedere che il 50% dei posti vacanti e disponibili ogni anno siano coperti attingendo dalle graduatorie ad esaurimento (GaE), fino al loro esaurimento, e che la quota restante sia coperta prioritariamente mediante scorrimento delle graduatorie di merito dei concorsi banditi ai sensi dell’art. 1, c. 114, della legge 107/2015, anche in deroga al limite del 10% previsto dall’art. 400, c. 15, del d.lgs 297/94, limitatamente a quanti abbiano raggiunto il punteggio minimo previsto dal bando, avendo comunque riguardo ai legittimi diritti dei vincitori di concorso di essere immessi in ruolo. “

Ai docenti delle GaE, fino al loro esaurimento, e delle GM del concorso a cattera 2016 sono, dunque, destinati i posti che si renderanno vacanti e disponibili ogni anno: il 50% dei posti andrà alle GaE e il restante 50% alle GM.

Un’importante novità riguarda gli idoeni del concorso 2016 oltre il 10% previsto dai bandi di concorso, secondo cui potevano essere immessi in ruolo i vincitori più il 10% di idoeni, lasciando fuori tutti coloro i quali avevano superato le prove concorsuali ma si sono collocati oltre la summenzionata percentuale.

Con la nuova disposizione sarà possibile assumere anche gli idonei oltre il 10%, laddove i posti disponibili siano superiori ai vincitori e agli idonei entro il 10%.

Tutto sulle riforme

Confermato concorso 2018. Addio a TFA e PAS, arrivano i FIT, cosa sono

Idonei concorso 2016 oltre il 10%, Governo: potranno essere assunti già dal 1° settembre 2017

Esame di stato, in terza media ammessi anche con insufficienze gravi. Sì a certificazione Invalsi che diventa computer based

Fase transitoria docenti abilitati, colloquio per ingresso in GM ad esaurimento non selettivo

Riforma elementari, bocciatura in casi estremi e voti tornano numerici. Ultima parola al Governo

Riforma sostegno, ATA dovranno occuparsi dell’assitenza igienica degli studenti. Rapisarda: poca chiarezza su formazione

Istituti tecnici e professionali: non sarà ripristinato monte ore ante Gelmini, ma saranno fornite motivazioni riduzione

Riforma esami Stato II grado, le novità: dal credito all’Invalsi, dall’ammissione alle prove d’esame

Riforma valutazione ed esami scuola secondaria I grado: dall’ammissione alle prove d’esame. Tutte le novità

Versione stampabile
anief
soloformazione