Docenti FIT, disparità nella scelta della sede e per blocco quinquennale. Lettera

Stampa
ex

Inviato da Luca Gallo – Come e’ noto le graduatorie del concorso per abilitati 2018 che hanno visto la luce entro il 31 dicembre 2018, hanno subito due iniziative governative che ha gettato nello sconforto chi sperava finalmente di entrare in ruolo dopo circa 15- 20 anni di precariato.

Infatti sia il DM 631 che il blocco quinquennale voluto dalla legge di bilancio del 31 dicembre 2018 hanno creato non solo malumore ma anche disparita’ di trattamento rispetto a chi ha svolto l’ anno di prova nel 2018-19 che possono gia’ richiedere assegnazione provvisoria e l’ anno prossimo partecipare alla mobilita’, cosi’ come il DM 631 che ha costretto i primi in graduatoria a scegliere la provincia durante l’ anno scolastico appena concluso, con disagi non proprio marginali, in base al contingente dell’ anno scorso, ovvero posti residui e marginali che hanno visto ripeto i primi in graduatoria scegliere delle provincie e delle sedi molto scomode rispetto ad altri che sceglieranno in questi giorni con tutta comodità i posti dell’ organico nuovo, quindi una scelta più, ampia, questa e’ una palese ingiustizia, si era parlato di riconvocare da capo e di riscegliere di nuovo la provincia, ma il MIUR ha fatto orecchie da mercante.

Si spera vivamente che i sindacati non dimenticano questa vicenda frutto del pressapochismo e della cattiva gestione del personale che non merita queste “sviste”, soprattutto per chi da anni ha avuto pazienza e fiducia nel sistema; si spera inoltre che almeno il vincolo quinquennale sia abrogato o che per l’ anno prossimo ci sia una deroga, affinché noi docenti ex terzo anno FIT possiamo partecipare alla mobilita’, prima delle assunzioni in ruolo previste per settembre 2020 da i nuovi concorsi, altrimenti per molti di noi tornare o avvicinarsi a casa sara’ impossibile, noi docenti abilitati la continuita’ didattica l’ abbiamo assicurata con anni e anni di precariato, spesso nella stessa scuola e spesso lontani da casa, con stipendi che ci consentivano a mala pena di arrivare a fine mese, e’ ora che alla soglia dei cinquant’ anni ci ritorni qualcosa, se non in termini economici almeno di serenita’ per poter finalmente lavorare vicino alle nostre famiglie.
Tutto questo non ha senso, abbiamo fatto un concorso regionale, ma nel bando non era previsto nessun vincolo quinquennale, ripeto il DM 631 ha fatto i suoi danni, speriamo che si rimedi facendoci l’ anno prossimo partecipare alla mobilita’;

Docenti abilitati terzo anno FIT

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia