“Docenti fase C”: mobilità straordinaria per rientro prima delle 57000 immissioni in ruolo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato “Docenti fase C” – Il gruppo ‘Docenti fase C: coordinamento nazionale’, apprendendo la notizia che il Miur ha chiesto l’autorizzazione al Mef per 57.000 nuove assunzioni per settembre 2018, chiede un piano di mobilità straordinario che preceda tali assunzioni, sottolineando come la mobilità non cambi la totalità dei posti disponibili.

La 107, divenuta legge nel luglio 2015, prevedeva, come tutti sappiamo, la precedenza per gli assunti ante legem: è stata, dunque, effettuata una mobilità che ha permesso ai docenti fuori sede, già di ruolo al nord, di tornare al sud. Chiediamo che, in previsioni di nuove assunzioni, venga fatta la stessa cosa.

Assumeranno per il 50% da concorso 2016 o addirittura da quella sanatoria che è il concorso 2018 ( con prova orale non selettiva per gli abilitati che non hanno superato il concorso).

Non si dovrebbe riconoscere la precedenza agli assunti ante 2018, che aspettavano il ruolo da decenni e che vantano molti anni di servizio, così come é stato fatto nel 2015?

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione