Docenti, per far carriera potranno diventare mentor o quadro intermedio

Stampa

Il Sottosegretario Faraone ritorna sulla questione della carriera dei docenti che sarà elaborata dalla riforma della scuola. Ribadisce il merito per avere stipendi più alti.

Il Sottosegretario Faraone ritorna sulla questione della carriera dei docenti che sarà elaborata dalla riforma della scuola. Ribadisce il merito per avere stipendi più alti.

Addio ai docenti ingessati nelle classi ad insegnare, arrivano le figure intermedie. I docenti potranno avere stipendi più alti in buona percentuale in base al merito, questo, almeno quanto afferma Davide Faraone nella sua newsletter, e potranno scegliere tra due percorsi, quello più legato alla didattica (il mentor) e quello di supporto-organizzativo (il quadro-intermedio).

In realtà si tratta di figure che, informalmente, esistono già, ma che la riforma vorrebbe istituzionalizzare, prevedendo degli incarichi specifici.

Un riforma che si muove, quindi, su due piani per quanto riguarda carriera e stipendi: riconoscimento delle competenze a livello economico e progressione e diversificazione professionale.

Seguici anche su FaceBook per le news sulla carriera

Anche per i Dirigenti è prevista una modifica del loro status. Innanzitutto sgravandoli di compiti che non sono pertinenti al loro ruolo, sburocratizzando la scuola, dando autonomia reale.

Significa possibilità per i dirigenti di scegliere il meglio per i propri studenti, decidendo come utilizzare le risorse e rendendo conto responsabilmente dei risultati. Ciò significherà dare ai Dirigenti la possibilità di concentrarsi  nel loro ruolo di coordinamento didattico e culturale e non solo amministrativo.

Riforma. Governo abbandona idea di premiare solo il 66% dei docenti? Sistema misto

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur