Docenti e ATA supplenti per emergenza Covid: fino a 70mila assunzioni. Presto le assegnazioni

didattica a distanza e-learning

Supplenti per emergenza COVID – 19: con il decreto Rilancio e con il decreto Agosto il Ministero avrà a disposizione circa 2 miliardi di euro da spendere per l’organico aggiuntivo.

Durante l’incontro del 26 agosto tra Governo e Regioni la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha precisato

La titolare del dicastero di Viale Trastevere ha ribadito l’impegno del governo sugli organici: “Grazie alle risorse stanziate per l’emergenza ci saranno oltre 70mila unità di organico in più per la ripartenza tra docenti e Ata”.

Le diverse sfaccettature del reclutamento dei supplenti Covid

Lo scorso 14 agosto, sulla Gazzetta Ufficiale n. 203, è stato pubblicato il decreto agosto, n.104 del 14 agosto, all’interno del quale, all’art.32 “Misure per l’edilizia scolastica, per i patti di comunità e per l’adeguamento dell’attività didattica per l’anno scolastico 2020-2021”, c’è il riferimento a come verranno utilizzati i fondi assegnati alle istituzioni scolastiche.

A cosa si fa riferimento

L’art.32, al comma 3 specifica che parte dei 368 milioni di euro nell’anno 2020 e dei 552 milioni di euro nell’anno 2021,assegnati alle istituzioni scolastiche, saranno destinati all’assunzione di insegnanti :” consentendo la sostituzione del personale così assunto dal primo giorno di assenza fermo restando il rispetto della normativa vigente ed il prioritario ricorso al personale a qualunque titolo in servizio presso l’istituzione scolastica e in possesso di abilitazione o di titolo di studio idoneo”.

In quale caso saranno nominati i supplenti

Il riferimento normativo è chiaro, nel senso che dopo aver riscontrato la non disponibilità o mancanza di docenti interni all’istituzione a sostituire il docente titolare assente, si provvederà a nominare i supplenti.

Come verranno reclutati

Come per le 50 mila unità di personale da assumere in periodo Covid, previste dal DL Rilancio, anche nel caso di tali supplenti si attingerà dalle graduatorie di istituto e saranno i Dirigenti scolastici a convocare.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia