Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Docenti e ATA non vaccinati rientrano a scuola, ma costretti a fare il tampone ogni 48 ore. Cosa accade se non lo faccio?

WhatsApp
Telegram

Docenti e ATA non vaccinati rientrano a scuola, ma costretti a fare il tampone ogni 48 ore. Cosa accade se non lo faccio? Domanda che è stata posta durante il question time di ieri al quale ha partecipato la Dirigente scolastica, Paola Bortoletto dell’ANDIS. Molte le domande che hanno riguardato i docenti e gli obblighi ai quali dovranno adempiere per rientrare in servizio.

Ricordiamo che il Decreto riaperture prevede che  il personale scolastico non vaccinato rientri in servizio dal 1° aprile. I  docenti dovranno sì rientrare, ma in attività che non li portino a contatto con gli studenti.

Per poter accedere ai locali della scuola resta  obbligatorio fino al prossimo 30 aprile il green pass base, quindi i docenti non vaccinati dovranno effettuare un tampone antigenico rapido ogni 48 ore o molecolare ogni 72 ore.

Cosa succede se non faccio il tampone?

Risponde la Dirigente Bortoletto, ricordando che non esiste più la sospensione dal servizio senza sanzione e che i Dirigenti dovranno comunque invitare il personale a vaccinarsi, se non ottempereranno alla richiesta potranno rientrare a scuola, ma con green pass base.

Se il green pass base non sarà in regola, il docente sarà considerato assente ingiustificato ma non più sospeso, “con le dovute conseguenze”, ricorda la Dirigente.

Quali sono le conseguenze?

Il personale non in regola con il Green pass base potrà essere soggetto a sanzione disciplinare che, per legge, dovrà essere “proporzionale” alla violazione.

Ricordiamo che le tipologie sanzioni sono disciplinate dall’articolo 12 del Contratto collettivo nazionale e sono: “Il rimprovero verbale, il rimprovero scritto (censura), la multa di importo variabile fino ad un massimo di quattro ore di retribuzione, la sospensione dal servizio con privazione della retribuzione fino a dieci giorni, la sospensione dal servizio con privazione della retribuzione da 11 giorni fino ad un massimo di sei mesi, il licenziamento con preavviso e il licenziamento senza preavviso”.

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur