Docenti di sostegno, uno su tre sarà precario: è allarme. Succede in Liguria

WhatsApp
Telegram

Problema non solo ligure, la mancanza di docenti di sostegno è una questione che viene da lontano e che richiederebbe interventi decisivi. In Liguria, secondo quanto denunciano i sindacati, su 679 posti di sostegno che dovrebbero essere destinati a insegnanti di ruolo a tempo indeterminato, quasi un terzo di essi, circa il 36%, finiranno per essere assegnati a supplenti annuali.

La mancanza di candidati specializzati disponibili dalle graduatorie a esaurimento ha portato a una situazione in cui le nomine di ruolo sono state effettuate principalmente attraverso le graduatorie provinciali. Nonostante siano stati formati 330 nuovi docenti specializzati solo nell’ultimo anno in Liguria, la maggior parte di essi otterrà comunque una supplenza annuale.

La situazione riguarda diverse fasce scolastiche, con una carenza particolarmente critica di insegnanti di sostegno sia nella scuola primaria che nella scuola superiore. Le graduatorie provinciali sembrano contenere il numero sufficiente di candidati specializzati per coprire i posti disponibili, ma ancora una volta molti di loro finiranno con l’essere assegnati come supplenti annuali.

Per cercare di risolvere il problema, l’ufficio scolastico ha concesso ulteriori posti in deroga sul sostegno, che andranno a contratti a termine fino al prossimo 30 giugno. Tuttavia, la situazione dei supplenti annuali rimane incerta, con il temuto algoritmo che determinerà le assegnazioni a partire da metà agosto. Molti docenti nelle graduatorie provinciali dovranno inserire le loro preferenze sulle scuole dove prendere servizio entro il 31 luglio, e poi l’algoritmo procederà con le assegnazioni.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri