Docenti di sostegno specializzati: un concorso riservato per porre fine alla supplentite

Stampa
ex

DOCENTI DI SOSTEGNO SPECIALIZZATI VISTI L’emergenza sostegno ormai pronta a ripresentarsi con prepotenza anche il prossimo anno scolastico

  1. Il numero altissimo di cattedre vuote previsto per il prossimo anno scolastico

  2. La mancata attuazione da parte del governo di norme che garantiscono la continuità didattica

  3. Il problema delle assegnazioni provvisorie che, nel corrente anno scolastico, hanno impedito ai docenti specializzati di occupare quei posti che sarebbero spettati a loro di diritto, ma occupati da docenti non specializzati

  4. Le continue richieste di ascolto delle famiglie disperate degli alunni con disabilità

Alla luce della sentenza della Corte Costituzionale che dichiara la fondatezza costituzionale del concorso riservato e, l’impellente necessità di garantire la continuità didattica agli alunni con disabilità i quali, ogni anno, sono costretti a vedere un volto di un docente diverso in classe e, in molti casi, anche docenti non specializzati; il tutto andando ad arrecare un danno ineliminabile sul piano emotivo e il mancato raggiungimento degli obiettivi didattici che ogni alunno dovrebbe conseguire,

CHIEDIAMO A GRAN VOCE

IL CONCORSO RISERVATO

Suggeriamo ai membri dell’attuale governo e, ai sindacati tutti, di prendere seriamente in considerazione la nostra richiesta.

Non accettiamo più di essere sfruttati come supplenti, di non essere presi in considerazione e, di vedere vanificati il nostro titolo e la nostra competenza, teorica e pratica, acquisita attraverso un percorso di alta formazione universitaria.

DSS

DOCENTI DI SOSTEGNO SPECIALIZZATI

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur