Docenti di sostegno, Sasso: “Bisogna assumerne di più”

WhatsApp
Telegram

“Il numero di insegnanti di sostegno da assumere va aumentato al più presto. Solo così, infatti, sarà possibile mettere le nostre scuole nella condizione di assicurare la continuità didattica, che è importante per qualsiasi studente ma risulta assolutamente fondamentale per chi vive una condizione di maggiore fragilità e complessità”.

Lo dichiara Rossano Sasso, sottosegretario del ministero dell’Istruzione, a proposito della carenza di insegnanti di sostegno.

I docenti di sostegno – prosegue Sasso – devono essere di più e avere un’abilitazione: attualmente appena il 17% delle supplenze, 18.000 sul totale di 105.000, è svolto da chi ha competenze specifiche per il delicato incarico a cui è chiamato. Bisogna cambiare rotta“.

Quest’anno sono stati circa 14.000 gli insegnanti di sostegno immessi in ruolo, un numero notevole che però solo in parte è riuscito a tenere il passo del contestuale aumento delle iscrizioni di studenti con disabilità. Va chiesto uno sforzo alle università italiane per incrementare i posti a disposizione per la formazione, considerando anche che nei due anni di pandemia quel tipo di attività è stata decisamente compromessa“, continua il sottosegretario.

Ma un’altra leva su cui agire è quella delle stabilizzazioni, facendo in modo di aumentare il numero dei docenti di sostegno di ruolo e, di conseguenza, attenuando la frequenza degli avvicendamenti per ciascuna cattedra. Il PNRR – sottolinea Sasso ci mette a disposizione delle risorse importanti, ma per ottenere risultati significativi va rafforzata la sinergia con i ministeri dell’Università e dell’Economia. L’inclusione non è un privilegio, ma un diritto costituzionale che dobbiamo garantire ai nostri studenti e alle loro famiglie”.

Il 70% degli alunni con disabilità cambierà docente di sostegno. Salvini: “Presenterò interrogazione urgente al ministro Bianchi”

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur