Docenti di scuole paritarie e IeFP non avranno il ruolo ma dovranno superare prova identica a quella dei docenti della statale. Lettera

Stampa
ex

inviata da Valeria Miccichè – Sono un’insegnante di lettere precaria, dunque non abilitata, ma con esperienza pregressa sia c/o scuole statali sia c/o Centri di Istruzione e Formazione Professionale.

La mia esperienza di servizio è attualmente di poco più di 4 anni, dei quali 3 completi sono stati di IeFP.
Quando il governo decise di stabilizzare con un concorso straordinario i precari con almeno 3 anni di servizio, nessuno avrebbe mai immaginato che l’esperienza d’insegnamento realizzata in scuole differenti dalle statali, ma riconosciute ed equiparate a tali dal MIUR ai fini del punteggio e dei titoli conseguiti, fosse di valore inferiore, tale da non meritare di poter concorrere per un posto in ruolo…
Tuttavia a questi figli di un Dio minore si chiede di sostenere una prova di concorso esattamente identica a quella che gli insegnanti con esperienza nella statale dovranno affrontare, con l’unica differenza che lo stesso test, anche brillantemente superato, porterà a destini diversi: qualcuno andrà in Paradiso, il resto (paritario, IeFP) continuerà a desiderare che la luce del Paradiso illumini la penombra del limbo nel quale è stato dantescamente condannato.
Sveglia alle 6:00 o alle 7:00 tutte le mattine;
Preparare le lezioni;
Trovare le metodologie e tecniche di apprendimento più idonee all’eterogeneità delle intelligenze presenti in classe;
Far le capriole per attirare l’attenzione di ragazzini scollati dalla realtà, interessarli e riuscire a cavare ragnetti insperati da buchi …e poi le valutazioni, attente e meticolose che devono tener conto di qualsiasi aspetto dell’alunno,  gli scrutini, i colloqui con le famiglie, collegi, consigli, progetti, open day/orientamento e ancora montagne di compiti da correggere…insomma, stesso corteo di adempienze per tutti, eppure…noi siamo diversi!
DISCRIMINAZIONE
CLASSISMO
RAZZISMO
SVILIMENTO
UMILIAZIONE…e potrei continuare oltre!
Con amarezza abbiamo preso consapevolezza di essere figli di un Dio minore…che non fa miracoli e non appartiene neanche alla Rosa dei Beati.
A voi le considerazioni.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur