Docenti di religione con laurea e revisioni indicazioni superiori

Di
WhatsApp
Telegram

red – Ieri il Ministro dell’istruzione e il presidente della conferenza episcopale italiana, cardinale Angelo Bagnasco, hanno sottoscritto la nuova intesa sull’insegnamento della religione cattolica nelle scuole. Molte le novità.

red – Ieri il Ministro dell’istruzione e il presidente della conferenza episcopale italiana, cardinale Angelo Bagnasco, hanno sottoscritto la nuova intesa sull’insegnamento della religione cattolica nelle scuole. Molte le novità.

L’intesa prevede che per insegnare religione cattolica in ogni ordine è grado di scuola si deve essere in possesso di titoli accademici di baccalaureato, licenza o dottorato in teologia o in altre discipline ecclesiastiche oppure che si è conseguito una laurea magistrale di scienze religiose secondo il nuovo ordinamento.

Le novità riguardano anche le scuole dell’infanzia e le primarie, infatti, afferma il Ministro "per insegnare la religione cattolica sarà richiesto il conseguimento di un apposito master universitario di secondo livello di scienze religiose". Titolo del quale dovranno attrezzarsi entro il 1 settembre 2017

Altra novità riguarda la definizione di una nuova versione delle indicazioni per l’insegnamento della religione cattolica nel secondo ciclo, sulla base dei nuovi testi delle ministero, elaborati all’interno della riforma del sistema educativo.

WhatsApp
Telegram

Eurosofia. Scopri la nuova promozione natalizia: “Calendario dell’avvento”