Docenti di religione, bando in arrivo. Anaps: “La Cei dice no al concorso in piena pandemia, ma il Ministero tira dritto. Assurdo”

Stampa

Secondo quanto segnala l’ANAPS, tramite il segretario Francesco Sansone, il bando per gli insegnanti di religione cattolica è in arrivo, ma il sindacato segnala una gestione opaca della procedura.

“L’ANAPS porta all’attenzione dell’opinione pubblica che sarebbe riduttivo pensare che il comportamento del Ministero riguardi esclusivamente il problema del concorso prima citato. Fatti e dichiarazioni dentro e fuori dal Ministero dimostrano che la volontà ministeriale e di forze politiche collegate di pervenire al concorso nonostante il parere contrario della Cei è un chiaro tentativo di estromettere l’autorità dei vescovi dall’insegnamento della religione cattolica e successivamente cancellare lo stesso insegnamento dalla scuola statale”, aggiunge Sansone.

“L’ANAPS denuncia queste manovre come un grave atto contrario allo stesso Parlamento Italiano che dovrebbe essere investito delle questioni che riguardano i rapporti tra Governo e Cei. Quanti continuano per loro interessi di bottega più o meno sindacali, o per pregiudizi ideologici a tramare contro gli idr e l’insegnamento della religione cattolica devono uscire dall’ombra dell’equivoco e porre la questione alla luce del sole e investire il parlamento di decisioni che non competono al solo potere esecutivo”, conclude.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia