Docenti che non hanno superato il concorso straordinario 2020: quali possibilità hanno adesso

Stampa

La procedura concorsuale straordinaria 2020 è in corso di svolgimento, con i diversi Uffici Scolastici Regionali che stanno pubblicando le relative graduatorie di merito. I docenti, che non hanno superato tale concorso, quali prospettive hanno di immissione in ruolo? A quali procedure possono partecipare nell’immediato, anche alla luce delle novità introdotte dal decreto legge n. 73/2021 (decreto sostegni-bis)?

Decreto sostegni-bis

Il decreto sostegni-bis, pubblicato in GU il 25 maggio 2021, ha introdotto importanti novità in merito alle assunzioni in ruolo per l’a.s. 2021/22 e ai concorsi ordinari già banditi con DD n. 498/2020 (concorso ordinario per la scuola dell’infanzia e primaria posti comuni e di sostegno) e DD n. 499/2020 (concorso ordinario per la scuola secondaria di primo e secondo grado posti comuni e di sostegno).

Riguardo alle immissioni in ruolo a.s. 2021/22, il decreto sostegni-bis prevede quanto segue:

assunzioni ordinarie da GAE e da GM, disponendo che le graduatorie di merito del concorso straordinario 2020 siano integrate con tutti coloro i quali hanno superato la prevista prova scritta (56/80) e non siano rientrati nel numero dei posti banditi (i cosiddetti idonei); Qui le predette graduatorie pubblicate dagli UU.SS.RR.

– incremento della percentuale di posti destinati al concorso straordinario infanzia/primaria e secondaria 2018, percentuali che per il 2021/22 sono pari al 100%;

concorso straordinario per le discipline STEM (posto che le graduatorie di merito siano pubblicate entro il 30/10/2021, termine ultimo per eventuali oggettive ragioni di ritardo), cui possono partecipare gli aspiranti già iscritti alla procedura ordinaria 2020 per le medesime classi di concorso;

assunzione dei docenti precari collocati nella prima fascia delle GPS posto comune e di sostegno e nei relativi elenchi aggiuntivi con una procedura che inizia con l’assunzione a tempo determinato e termina con l’assunzione in ruolo l’anno successivo.

Riguardo ai concorsi ordinari già banditi con il DD n. 498/2020 e il DD n. 499/2020, il suddetto decreto prevede quanto segue:

modifica dell’articolazione delle procedure dei concorsi ordinari già banditi, di cui al DD 499/2020 e al DD 498/2020, e della formulazione delle relative graduatorie di merito;

impossibilità di partecipare alle procedure concorsuali successive (ai sensi dell’articolo 59/13 del decreto sostegni-bis) per la stessa classe di concorso/tipo di posto per gli aspiranti che partecipano ad una procedura concorsuale e non superano le relative prove (è prevista una deroga per i candidati che partecipano al sopra riportato concorso straordinario per le discipline STEM).

Docenti che non hanno superato il concorso straordinario 2020

Ritornando ai quesiti di partenza, evidenziamo che quanto detto al punto precedente, ossia il fatto di non poter partecipare alla procedura concorsuale successiva per le medesima classe di concorso/posto per coloro i quali partecipano ad una procedura concorsuale e non la superano, non riguarda i docenti partecipanti al concorso straordinario 2020. Come abbiamo già illustrato, considerato che la predetta procedura concorsuale è in corso di svolgimento e conclusa per diverse classi di concorso in diverse Regioni,  non è possibile applicare il divieto suddetto. A supporto di ciò, inoltre, evidenziamo che la previsione del citato articolo 59, comma 13, del decreto 73/2021 è relativa alle procedure concorsuali ordinarie che saranno modificate, come previsto dal medesimo decreto e non a quelle già in corso di svolgimento e in parte concluse.

Alla luce di quanto detto sopra e rispondendo ai quesiti iniziali, i docenti che non hanno superato la prevista prova scritta (56/80) del concorso straordinario 2020, potranno partecipare:

  1. al successivo concorso ordinario (DD 499/2020), per la medesima classe di concorso per la quale non hanno superato la prova, a condizione che che gli stessi si siano iscritti al medesimo concorso, presentando domanda entro il 31 luglio 2020, in quanto non sono previste nuove istanze di partecipazione;
  2. alla procedura straordinaria per l’abilitazione, indetta con DD n. 499 ad aprile 2020,  se si sono iscritti entro il 15 luglio 2020 (si svolgerà? Il 3 giugno la risposta)
  3. alle assunzioni straordinarie da GPS, fermo restando i previsti requisiti, ossia:

– l’inserimento nelle GPS di prima fascia o negli appositi elenchi aggiuntivi (ai quali possono iscriversi, anche con riserva di accertamento del titolo, coloro che conseguono il titolo di abilitazione o di specializzazione entro il 31 luglio 2021);

– l’aver svolto su posto comune o di sostegno, entro l’anno scolastico 2020/2021, almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, negli ultimi dieci anni scolastici oltre quello in corso, nelle istituzioni scolastiche statali. Approfondisci

Decreto legge n. 73 del 25 maggio 2021 (Decreto sostegni-bis)

Immissioni in ruolo e concorsi 2021: chi partecipa, chi è escluso, i requisiti. Decreto sostegni bis [LO SPECIALE]

NB: il Decreto sostegni-bis, pubblicato in GU, seguirà adesso l’iter parlamentare per la conversione in legge, per cui potrà essere soggetto a delle modifiche.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur