Docenti, ATA e Dirigenti Scolastici: cosa ha fatto finora il Governo. [Il testo della Camera]

di Nino Sabella
ipsef

item-thumbnail

Il Servizio Studi della Camera dei Deputati ha pubblicato un documento contente i provvedimenti legislativi della XVIII legislatura, riguardanti il personale docente e ATA. Vediamo quali.

Diplomati magistrali

Il decreto dignità, decreto n. 87/2019 convertito in legge n. 96/2018, ha salvaguardato la continuità didattica per l’anno scolastico 2018/2019, con riferimento a docenti in possesso di diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/2002, che sarebbero stati licenziati nel corso dell’anno, in seguito all’arrivo delle sentenze di merito che si sono conformate alla decisione dell’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato che ha negato l’inserimento nelle graduatorie ad esaurimento ai predetti diplomati.

Nello specifico, il decreto ha previsto quanto segue:

  • esecuzione delle sentenze di merito entro 120 giorni;
  • trasformazione dei contratti a tempo indeterminato con riserva in contratti al 30/06;
  • trasformazione dei contratti a tempo determinato al 31/08 in contratti al 30/06.

Il decreto inoltre ha previsto un concorso straordinario per i diplomati magistrale e i laureati in SFP con due anni di servizio, attualmente in corso di svolgimento (alcune graduatorie di merito sono state già pubblicate; saranno utilizzate per le assunzioni 2019/20 le graduatorie pubblicate entro il 30 luglio).

Reclutamento secondaria

L’esecutivo giallo-verde, con la legge di bilancio, ha modificato il sistema di reclutamento nella scuola secondaria di primo e secondo grado,  novellando il D.lgs. 59/2017.

In sintesi, è stato abolito il percorso triennale FIT da svolgere dopo il concorso e dopo il quale si veniva immessi in ruolo. Con il nuovo sistema i docenti:

  • svolgeranno il concorso;
  • saranno immessi in ruolo;
  • svolgeranno il percorso annuale di formazione e prova;
  • saranno confermati in ruolo.

Nell’ambito del primo dei concorsi banditi in seguito alla riforma citata, i docenti con 3 anni di servizio potranno partecipare solo con laurea (senza i 24 CFU o l’abilitazione) e avranno il 10% dei posti riservati.

Concorso straordinario abilitati

Per la scuola secondaria, inoltre, è stato svolto il concorso straordinario non selettivo riservato agli abilitati (non tutte le graduatorie sono state pubblicate).

Stop chiamata diretta

Con la legge di bilancio è stato previsto che i docenti trasferiti e assunti per l’a.s. 2019/20 avrebbero avuto la titolarità su scuola e non su ambito (con conseguente chiamata diretta).

Ricordiamo che oggi è stato approvato in Senato il testo di legge che abolisce la chiamata diretta per tutti i docenti, non solo quelli trasferiti o neoassunti.

Tempo pieno primaria e incremento licei musicali

Con la legge di bilancio 2019 sono stati incrementati i posti dell’organico dell’autonomia:

  • nella scuola primaria (2000 in più) per l’estensione del tempo pieno;
  • nei licei musicali (400 posti) per lo svolgimento della seconda ora di primo strumento al biennio;
  • per gli educatori (290 in più).

Modifica al concorso dirigenti

Il concorso per dirigenti scolastici è stato modificato (L. 12/2019: art. 10) in corso d’opera, con il superamento del corso di formazione e l’assunzione dei dirigenti dopo lo svolgimento dell’orale (a breve avremo la pubblicazione della graduatoria nazionale).

Costituzione di equipe formative territoriali per l’innovazione didattica e digitale

La legge di biancio 2019 ha previsto, per gli a.s. 2019/2020 e 2020/2021, la costituzione di equipe formative territoriali per promuove progetti di innovazione didattica e digitale nelle scuole. E’ stato già pubblicato l’Avviso per la presentaizone delle istanze da parte dei docenti interessati.

Personale ATA

Con la legge di bilancio 2019 sono stati previsti i seguenti interventi:

  • Stop appalti pulizie e assunzione di 12mila lavoratori delle ditte in qualità di collaboratori scolastici;
  • Trasformazione a tempo pieno, dall’a.s. 2019/2020, entro un determinato limite di spesa, del rapporto di lavoro di soggetti, già titolari di contratti di collaborazione coordinata e continuativa per lo svolgimento nelle scuole di funzioni assimilabili a quelle degli assistenti amministrativi e tecnici, immessi in ruolo a tempo parziale dall’a.s. 2018/2019. Conseguentemente, ha previsto l’incremento della dotazione organica del personale amministrativo e tecnico.

E’ stato inoltre bandito il concorso per DSGA, di cui si attende la prova scritta, dopo lo svolgimento della preselettiva.

Abolizione divieto supplenze oltre 36 mesi

Con il decreto dignità (L. 96/2018: art. 4-bis)  è stato abolito il comma 131 della legge 107/2015, che vietava di stipulare contratti di lavoro a tempo determinato, oltre 36 mesi anche non continuativi,  con il personale docente e ATA, per la copertura di posti vacanti e disponibili presso le istituzioni  scolastiche ed educative statali.

Il documento

Versione stampabile
anief banner
soloformazione