Docenti assunti da concorsi semplificati: ecco il DECRETO con le indicazioni su anno di prova e formazione

WhatsApp
Telegram

Pubblicato il decreto ministeriale n. 310 del 27 ottobre 2021 sulle attività formative, procedure, criteri di verifica degli standard professionali, modalità di
verifica in itinere e finale inclusa l’osservazione sul campo, struttura del bilancio delle competenze e del portfolio professionale, nell’ambito del periodo di formazione e di prova ai sensi dell’articolo 59, comma 12 del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73 convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n. 106. Si tratta delle indicazioni sull’anno di prova e formazione dei docenti neoassunti da concorsi semplificati, come previsto dal decreto sostegni bis. I concorsi non sono stati ancora svolti.

Il personale docente, assunto in esito alle procedure di cui all’articolo 59, comma 10 del decreto legge n. 73 del 2021 convertito, con modificazioni, dalla legge n. 106 del 2021, è tenuto ad effettuare il periodo di formazione e di prova:
a) al primo anno di servizio con incarico a tempo indeterminato;

b) in caso di richiesta di proroga del periodo di formazione e prova o di impossibilità a completarlo negli anni precedenti. In ogni caso la ripetizione del periodo comporta la partecipazione alle connesse attività di formazione, che sono da considerarsi parte integrante del servizio in anno di prova.

In caso di valutazione negativa del periodo di formazione e di prova, il personale docente effettua un secondo periodo di formazione e di prova, non rinnovabile.

Il superamento del periodo di formazione e prova è subordinato allo svolgimento del servizio effettivamente prestato per almeno centottanta giorni nel corso dell’anno scolastico, di cui almeno centoventi per le attività didattiche.

Il periodo di formazione e di prova è finalizzato specificamente a verificare il possesso degli standard professionali da parte dei docenti neo-assunti con riferimento ai seguenti criteri:
a. possesso ed esercizio delle competenze culturali, disciplinari, informatiche, linguistiche didattiche e metodologiche, con riferimento ai nuclei fondanti dei saperi e ai traguardi di competenza e agli obiettivi di apprendimento previsti dagli ordinamenti vigenti;
b. possesso ed esercizio delle competenze relazionali, organizzative e gestionali;
c. possesso ed esercizio delle competenze di orientamento e di ricerca, documentazione e valutazione;
d. osservanza dei doveri connessi con lo status di dipendente pubblico e inerenti alla funzione docente;
e. partecipazione alle attività formative e raggiungimento degli obiettivi dalle stesse previsti.

Decreto ministeriale n. 310 del 27 ottobre 2021

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria, EUROSOFIA: Il 3 febbraio non perderti il webinar gratuito a cura della Prof.ssa Maria Grazia Corrao