Docenti aggrediti, Sasso (Lega): “Un bollettino di guerra. Non più singoli episodi ma un problema grave”

WhatsApp
Telegram

“Un bollettino di guerra. Ogni giorno giungono notizie di aggressioni fisiche e verbali nelle nostre scuole ai danni degli insegnanti da  parte di studenti e loro parenti. L’ultima in ordine cronologico riguarda un’aggressione verificatasi in una scuola superiore di Modena”.

Così in una nota il deputato della Lega Rossano Sasso, capogruppo Lega in Commissione Cultura Scienza e Istruzione della Camera dei Deputati

La scuola – prosegue – ha anticorpi abbastanza forti per rispondere a questi brutti fenomeni, ma non possiamo più parlare di singoli episodi. Ho già presentato una proposta di legge che prevede l’inasprimento delle pene per chiunque tocchi un docente, il Ministro Valditara è già intervenuto vietando l’uso dei telefoni in classe, spesso veicolo di atti di bullismo. Ma non basta, serve una presa di coscienza da parte di tutti. Noi come legislatori possiamo scrivere mille leggi, ma voi, noi genitori dovremmo capire che così non si può andare avanti“.

Che futuro potranno mai avere degli adolescenti che si macchiano di gesti così ignobili, soprattutto se nessuno gli dice nulla? Qui siamo ben oltre la “culpa in educando”, qui siamo al disastro educativo. E la responsabilità risiede soprattutto nelle famiglie. Detto questo, mi attendo risposte severe da parte dell’autorità giudiziaria. Se dovesse passare un messaggio di impunità, sarebbe devastante. Sia per le vittime che per gli aggressori“, conclude l’ex sottosegretario all’Istruzione.

Leggi anche

Insegnante rimprovera due studenti perché fumano e viene aggredito in classe: poi ha un malore e finisce in ospedale

Docente viene colpita con uno zaino dagli studenti: loro filmano tutto e pubblicano il video sui social

Spari alla docente a scuola, lei denuncia tutta la classe: “Lo faccio perché non succeda più a nessuno, ne va della nostra dignità”

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur