Docenti aggrediti, Sasso: “Chi colpisce loro, colpisce lo Stato. Chiunque picchi un prof deve andare in galera”

WhatsApp
Telegram

Il deputato della Lega, Rossano Sasso, in una lunga intervista a La Repubblica presenta il suo disegno di legge che inasprisce le pene per chiunque aggredisca un membro del personale scolastico.

“Vogliamo modificare due articoli del codice penale: il 336 e il 341 bis (violenza e minaccia contro pubblico ufficiale e oltraggio a pubblico ufficiale, ndr). La proposta intende creare un’aggravante, chi picchia o minaccia qualsiasi appartenente al personale scolastico riceverà una pena più severa. Da un terzo a due terzi”, afferma l’ex sottosegretario all’Istruzione.

Poi aggiunge: “Noi non vogliamo che la violenza sia affrontata come uno scherzo. Ho già parlato con il Ministro Valditara e concordiamo sul voler recuperare l’autorevolezza scomparsa dell’insegnante. Chi tocca o minaccia qualsiasi membro, dal personale ATA al dirigente scolastico, deve capire una cosa: colpendo loro, colpisce lo stato”.

Infine spiega: “In queste situazioni c’è un vero e proprio fallimento della famiglia e della società educante. Non sono nuovo a sentire casi di bullismo o intimidazioni da parte degli alunni che abbracciano i limiti della delinquenza. In ogni caso penso che anche tutti gli studenti concordino con me: chiunque picchi il loro professore deve andare in galera”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur