Docente ucciso a Napoli, collaboratore scolastico condannato a 14 anni e 8 mesi di reclusione

WhatsApp
Telegram

Il gup di Napoli ha condannato a 14 anni e 8 mesi di reclusione Giuseppe Porcelli, collaboratore scolastico, per l’omicidio di Marcello Toscano, insegnante trovato morto nel cortile dell’istituto scolastico “Marino Guarano” di Melito, in provincia di Napoli, la sera del 27 settembre 2022.

Porcelli è stato condannato con rito abbreviato e interdetto in perpetuo dagli uffici pubblici, oltre ad essere condannato a un risarcimento di 100mila euro a favore delle parti civili. L’imputato è stato invece assolto dal reato di occultamento di cadavere per insussistenza del fatto.

Toscano, che svolgeva il ruolo di insegnante di sostegno nella scuola di Melito, è stato trovato morto sotto una siepe nel cortile dell’istituto. Le indagini coordinate dalla Procura di Napoli Nord e svolte dai Carabinieri della compagnia di Marano hanno consentito di identificare in poche ore l’autore dell’omicidio in Giuseppe Porcelli, collaboratore scolastico, legato a Toscano da un rapporto di amicizia.

Il 29 settembre 2022 Porcelli è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Procura aversana, successivamente convalidato dal gip, sulla base delle risultanze delle acquisizioni di immagini estrapolate da videocamere di sorveglianza, dell’esame di persone informate sui fatti, del sequestro di indumenti intrisi di sangue nell’abitazione di Porcelli, dal quale veniva estrapolato il dna e comparato con quello della vittima, evidenziando una perfetta concordanza.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri