Docente tutor, Sinopoli (Flc Cgil): “Figura non prevista a livello contrattuale, non sia solito sovraccarico di lavoro a costo zero”

WhatsApp
Telegram

L’introduzione della figura del docente tutor, così come annunciata dal ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, in un’intervista a La Stampa fa discutere. I sindacati attendono le mosse ufficiali del Ministero, ma fanno capire che la discussione sarà accesa prima dell’applicazione della riforma.

A La Stampa interviene il segretario della Flc Cgil, Francesco Sinopoli: “La figura del tutor  non trova un fondamento sul profilo contrattuale dei docenti, anche se si tratta di una figura già introdotta forzatamente negli istituti professionali e per cui abbiamo richiesto più volte un incremento retributivo”.

E ancora: “Per introdurre il tutor, bisogna valutare il sovraccarico di lavoro che non sia sempre proposto a costo zero, ma è necessario anche discutere con la più ampia comunità scolastica del modello didattico fondato sulla personalizzazione. Tarare la crescita dei percorsi degli studenti sulla loro individualità limita di fatto la prospettiva dell’apprendimento della classe nella sua collettività”.

Leggi anche

Docenti tutor, Valditara: “Saranno formati e pagati di più, adesione volontaria”. Tutti i dettagli della riforma

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur