Docente tutor e orientatore: entro il 16 settembre verifica di fine corso, poi nomina del dirigente scolastico

WhatsApp
Telegram

Si avvicina la scadenza del 16 settembre (nota proroga ministeriale del 25 luglio) per i docenti tutor e orientatori delle scuole superiori, le nuove figure che debuttano dall’anno scolastico 2023-24. Fino al prossimo sabato sono fruibili i moduli di formazione ed entro la stessa data deve essere svolta la verifica di fine corso.

In seguito i dirigenti scolastici nominano i docenti tutor e orientatori. La nomina è effettuata dal dirigente scolastico, che agisce come datore di lavoro, ma deve tenere presente le prerogative degli organi collegiali.

La formazione

Il percorso formativo ha una durata totale di 20 ore di formazione, erogate in modalità asincrona tramite MOOC e si compone di 6 moduli. Ciascun modulo è articolato in diverse lezioni.

L’ordine di fruizione dei contenuti è scelto dal corsista ed è condizionato unicamente allo svolgimento del questionario di ingresso.

Per ogni lezione contenuta nei moduli si trovano:
• una videolezione della durata variabile tra i 15 e i 30 minuti;
• eventuali slide di accompagnamento;
• una o più attività autonome che concorrono a completare l’apprendimento (es. letture di approfondimento, questionari di auto-valutazione, domande stimolo per riflessione guidata, ecc.);
• una o più attività facoltative;
• una bibliografia e sitografia di riferimento

Retribuzione docenti tutor e orientatori

Per i docenti orientatori il valore minimo della retirbuzione è pari a 1.500 euro lordo Stato e massimo pari a 2.000 euro lordo Stato.

Per i docenti tutor si va da un valore minimo pari a 2.850 euro lordo Stato a un valore massimo pari a 4.750 euro lordo Stato.

Docente tutor e orientatore, 56mila le domande. Al via la piattaforma online per la formazione, dal 2023/24 operativi. LO SPECIALE

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia