Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Docente tutor dal 2023/24, potrà essere esonerato dall’insegnamento? [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

Le figure del docente tutor e quella dell’orientatore saranno attive a partire dall’anno scolastico 2023/2024, per consentire in via prioritaria l’avvio delle attività curricolari di orientamento destinate agli studenti delle circa 70 mila classi del secondo biennio e dell’ultimo anno della scuola secondaria di secondo grado. 

Il Ministero ha già predisposto il relativo Decreto, il numero previsto di tutor per ogni istituzione scolastica tra quelle coinvolte in questa prima fase, il compenso spettante.

Requisiti docenti tutor

I docenti che desiderano svolgere il ruolo di tutor o di orientatore devono essere in possesso di alcuni requisiti, come cinque anni di servizio a tempo indeterminato, aver svolto compiti rientranti tra quelli attribuiti al tutor o all’orientatore e essere disposti a svolgere la funzione per almeno tre anni scolastici.

Le scuole dovranno comunicare i nominativi dei docenti da avviare ai percorsi di formazione individuati utilizzando la  piattaforma “FUTURA PNRR – Gestione Progetti”, Area “Iniziative”, sezione “docenti tutor orientamento”, a partire dalle ore 15,00 del giorno 17 aprile 2023 e fino alle ore 15,00 del 2 maggio 2023”.

Durante la puntata di Question Time, andata in onda l’11 aprile, il rappresentante della segretaria nazionale di Anief, Stefano Cavallini, ha risposto ad una domanda riguardante il possibile esonero dalle attività di insegnamento per il docente tutor.

“In merito alla questione dell’esonero dall’insegnamento”, spiega Cavallini, “posso affermare che, dal punto di vista normativo e contrattuale, tale opzione non è più disponibile da anni”.

E ancora: “Anche i collaboratori del dirigente sono stati esclusi dall’esonero. Al momento, non esiste un’opzione per ottenere un esonero dall’insegnamento per alcuna figura. La normativa attuale, che ho avuto modo di consultare, non prevede alcuna eccezione in tal senso”.

Anzi, le attività  dovranno essere svolte in orario non curricolare perchè verosimilmente si tratterà di organizzare attività e pianificare interventi in team. Si ipotizza infatti che potrà essere individuato un tutor  per raggruppamenti costituiti da un minimo di 30 studenti fino ad un massimo di 50.

Per preparare un adeguato numero di docenti a ricoprire questi ruoli, INDIRE ha organizzato dei percorsi di formazione online della durata di 20 ore.

L’attività di formazione non è retribuita mentre l’attività di tutor potrà portare  un compenso compreso tra 2.850 e 4.750 euro lordi.

53:20 Sarà esonerato dall’insegnamento in cattedra?

Leggi anche

Il docente tutor, al via dal 2023/24. La circolare: quali i compiti? Chi potrà farlo? Domande dal 17 aprile. Fino a 50 studenti e 4.750 euro lordi di retribuzione anno

DECRETO MINISTERIALE

ALLEGATO A (somme destinate alle scuole)

ALLEGATO B (numero di tutor per le scuole)

CIRCOLARE 

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

EUROSOFIA: Progressione dei Facenti Funzione DSGA all’area dei Funzionari ed Elevate Qualificazioni