Docente titolare su cattedra orario esterna: ha diritto alla cattedra interna che si libera per un pensionamento

di Giovanna Onnis

item-thumbnail

Il docente in servizio su una cattedra orario esterna  deve essere assorbito nella cattedra interna resa vacante da un pensionamento. Non necessita di alcuna istanza formale, avviene in automatico

Un lettore ci scrive:

“Sono un docente di scuola secondaria di primo grado in ruolo da due anni. Quest’anno sono terzo ed ultimo nella graduatoria interna d’istituto( sono l’unico ad avere cattedra esterna, 14 ore + 4 di completamento in altro istituto, gli altri due docenti che mi precedono hanno le 18 ore complete). A settembre la prima in graduatoria andrà in pensione. Ho due domande:

1) prenderò io le sue 18 ore in automatico o dovrò fare domanda di miglioramento cattedra?

2) nel momento in cui verrà un docente con più punti di me e che prenderà le mie 14+4 ore, l’anno successivo avrà diritto lui alla cattedra completa oppure io?”

 Il docente in servizio nella scuola di titolarità su una cattedra orario esterna deve completare il suo orario di cattedra nella sede indicata nell’organico della scuola.

Diritto all’assorbimento in una cattedra interna

Il docente titolare nella scuola sede principale della COE ha diritto ad essere assorbito su una cattedra interna che si libera in seguito a pensionamento o mobilità in uscita e, che, quindi, risulta vacante nell’organico della scuola, in sintonia con quanto stabilisce l’art.11 comma 2 del CCNI sulla mobilità:

Il docente titolare su cattedra articolata su scuole diverse, ove nella prima delle scuole si liberi una cattedra, sarà automaticamente assegnato su questa ultima cattedra [….]”

La cattedra interna, come già sottolineato, deve essere vacante in organico, come esplicitato nel comma 3 dello stesso art.11:

[…] Tali operazioni avverranno a condizione che la cattedra, prevista nell’organico, sia priva di titolare […]

Questa procedura, che rappresenta un diritto per il docente interessato, non richiede alcuna istanza formale o specifica autorizzazione da parte dell’Ufficio scolastico territoriale, come chiarisce il succitato comma 3:

“[…] Non sono necessari a tal fine ulteriori provvedimenti da parte dell’ufficio territorialmente competente [….]

Conclusioni

Il nostro lettore, quindi, sarà assorbito il prossimo anno nella COI che si libererà in seguito al pensionamento della sua collega.

Per la mobilità, nella sua scuola di titolarità,  risulterà disponibile , quindi , una COE e sarà su questa cattedra che potrà ottenere trasferimento un docente che partecipa alla mobilità.

Questo docente rimarrà su tale cattedra, a prescindere dal suo punteggio e, quindi, dalla posizione occupata nella graduatoria interna di istituto, e non potrà ottenere l’anno successivo la COI ormai occupata dal nostro lettore.

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
ads ads