Docente sospesa, M5S: reintrodotta la censura, Bussetti chiarisca

Stampa

Comunicato M5S – “Non è accettabile in un Paese libero e civile, nato su fondamenta antifasciste, assistere a un fatto inqualificabile come la sospensione di una docente da parte degli ispettori scolastici per non aver esercitato una censura preventiva sul lavoro di un suo studente”, lo affermano le senatrici e i senatori del Movimento 5 Stelle in commissione cultura.

“Non abbiamo constatato la stessa solerzia da parte del Ministero nel reprimere le vergognose affermazioni di docenti che nella libertà di espressione garantita loro dalla Costituzione inneggiano a campi di concentramento per migranti e termovalorizzatori per sopravvissuti all’Olocausto. Chiediamo che il ministro Bussetti chiarisca quanto accaduto”, concludono.

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!