Docente si rifiuta di far lezione a tre studenti con la gonna. La classe si ribella e non segue più le sue lezioni

WhatsApp
Telegram

A Milano, al liceo scientifico Bottoni, è in corso una mobilitazione di due classi di studenti a causa di un episodio avvenuto il 25 novembre, giorno dedicato alla violenza sulle donne. Tre studenti si sono presentati con la gonna in classe in segno di solidarietà con le compagne ma il gesto non è stato apprezzato da un professore di Storia e Filosofia, che non ha svolto la lezione regolarmente.

Di tutta risposta, racconta La Repubblica, in segno di protesta alcune classi dell’insegnante disertano le lezioni di storia e filosofia: “in segno di protesta – spiega Alice Loduca, rappresentante di classe – . Non vogliamo continuare a vivere una scuola che alimenta atteggiamenti discriminatori e di violenza“.

Tutti gli studenti sono poi stati ammessi dalla preside Giovanna Mezzatesta. “I ragazzi hanno diritto di seguire le altre lezioni, quindi saranno sempre ammessi – spiega la dirigente – . Mi auguro che questa situazione si possa concludere rapidamente, ma comprendo le ragioni degli studenti“.

Anche il professore spera in un veloce ritorno alla normalità e si dice pronto a spiegare le proprie ragioni agli studenti, ma non a scusarsi, “perché sono io la parte lesa – spiega – , giovedì sono stato costretto ad allontanarmi da scuola”.

Secondo il docente “la scuola, insieme alla Chiesa e alla famiglia, è un’istituzione, è un tempio del sapere e come tale va difeso. Io indosso giacca e cravatta per il rispetto del ruolo che ho, pretendo un abbigliamento consono anche da parte degli studenti. Se fossero venuti vestititi da Babbo Natale o da astronauti sarebbe stata la stessa cosa“. E il fatto che gli allievi manifestassero proprio il 25 novembre per il docente non è una giustificazione, perché “non c’è bisogno di vestirsi da clown per protestare. Sono contrario a ogni tipo di violenza e non sono contro le donne, ma non tollero che ci si presenti a scuola in quel modo“.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito