Docente senza competenze per alunno con disabilità: scuola condannata. Tribunale: “Incarico a chi ha titolo anche scavalcando le graduatorie”

WhatsApp
Telegram

Il Tar della Campania ha condannato al risarcimento dei danni un istituto comprensivo campano, insieme al Provveditorato agli Studi, per non aver nominato un insegnante di sostegno con titolo idoneo per assistere un bambino affetto da autismo.

“Si tratta di una sentenza rivoluzionaria che obbliga le scuole e il Provveditorato a nominare insegnati di sostegno ‘titolati’ rispetto alla sindrome di cui è affetto l’alunno, pena il risarcimento danni, a prescindere dalle Graduatorie Gae (graduatorie ad esaurimento, ndr) e Gps (graduatorie provinciali per le supplenze, ndr)“, spiega l’avvocato che ha seguito il ricorso davanti al giudice amministrativo su incarico dei genitori del minore.

Dunque per il Tar che accolto la tesi del difensore, nominare un insegnante di sostegno senza una abilitazione specifica e l’esperienza triennale, viola il diritto fondamentale allo studio, con pregiudizi risarcibili in quanto detta nomina “ha certamente influito negativamente sul percorso scolastico di integrazione del minore”; il danno è stato quantificato in tremila euro più le spese processuali.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito