Docente picchiato e rapinato di portafogli e cellulare. Va a scuola per fare lezione, poi chiama il 112 e fa arrestare i ladri. L’incredibile caso a Palermo

WhatsApp
Telegram

Incredibile o quasi quanto accaduto a Palermo. Un docente, nonostante avesse subito una violenta rapina, ha deciso di recarsi in classe per garantire ai suoi studenti la lezione della prima ora.

Come segnala Palermo Today, l’episodio si è verificato all’inizio di settembre, quando il docente, dopo aver fatto colazione in una caffetteria, è stato brutalmente assalito da due individui. I malviventi lo hanno picchiato selvaggiamente per rubargli portafogli, cellulare e chiavi dell’auto, per poi dileguarsi a bordo di uno scooter.

Nonostante il trauma e le ferite, il professore ha manifestato coraggio decidendo di recarsi in classe per non lasciare i suoi studenti senza lezione. L’azione rispecchia un’etica professionale e un’affezione verso gli studenti che meritano ammirazione.

Al termine della lezione, il docente ha chiamato il 112, avviando così le indagini. Grazie alla prontezza e all’efficacia delle forze dell’ordine, e all’analisi dei filmati delle telecamere di sorveglianza, è stato possibile identificare e arrestare i rapinatori.

Le indagini condotte dalla squadra mobile hanno portato all’arresto di un uomo di 40 anni e di un ragazzo di 22 anni, entrambi residenti a Bonagia. Il più anziano è stato posto in carcere, mentre per il più giovane è stato disposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Entrambi sono accusati di rapina aggravata in concorso.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri