Docente neo-immesso in fase A: partecipa a mobilità interprovinciale in fase D con titolarità su ambito

di redazione
ipsef

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica "Chiedilo a Lalla". Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica "Chiedilo a Lalla". Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Docente neo-immesso in fase A: partecipa a mobilità interprovinciale in fase D con titolarità su ambito

Tina – Vorrei dei chiarimenti riguardo la mobilità. Ho fatto domanda di trasferimento interprovinciale e in quanto nominata in ruolo nella fase A, per la mobilità interprovinciale sono rientrata nella fase D. Sto seguendo sul vostro sito le informazioni che quotidianamente pubblicate ma ho un quesito da sottoporvi: anche io dovrò presentare curriculum alle scuole per poi ricevere una proposta di assunzione dal Dirigente? Altrimenti come deciderò quale scuola scegliere?? Ancora non mi è chiaro questo passaggio. Grazie

Anno di prova in seguito a passaggio di ruolo: non è a discrezione del Dirigente scolastico, ma obbligatorio

Roberta – A luglio ho ottenuto il passaggio di ruolo dalla scuola secondaria di primo grado a quella secondaria di secondo grado. Dall’anno scolastico prossimo infatti insegnerò in un liceo. Ero stata immessa in ruolo nel 2006 in seguito a concorso a cattedre ed in quell’anno avevo svolto l’anno di prova con crediti e discussione di tesina finale. Dovrò sostenere un ulteriore anno di prova in seguito al passaggio di ruolo? E’ obbligatorio oppure a discrezione del DS? Grazie per l’aiuto!

Trasferimento provinciale da sostegno a materia: si può chiedere anche nella scuola di titolarità

Maria – Sono un insegnante di sostegno, titolare in una scuola secondaria di secondo grado da 10 anni, vorrei sapere se è possibile chiedere il passaggio alla mia materia e quindi su posto comune all’interno della stessa provincia di titolarità per l’a.s. 2016/2017. Grazie tante e cordiali saluti.

Trasferimento posto normale o sostegno per docente che chiede ambedue: dipende da come è stata compilata la domanda

Antonio – Sono nella DOS senza vincolo quinquennale, alla casella 37 della domanda di trasferimento ho scelto la priorità per il posto normale e solo in secondo ordine il posto di sostegno dove mi hanno trasferito. Pur avendo espresso al n. d’ordine 4 delle preferenze territoriali una scuola dove c’è ancora disponibile un posto normale, il CSA ha ritenuto che la prima preferenza espressa non avendo un posto normale aveva comunque uno di sostegno e perciò me l’hanno assegnato. Considerato che ci sono 12 posti disponibili dopo i movimenti di trasferimento. Perché non hanno scorso tutte le preferenze territoriali prima per i posti normali e poi per il sostegno? Ho fatto bene a fare reclamo? Un abbraccio

Mobilità e Fase B1: riguarda i docenti assunti entro l’a.s. 2014/15

Silvia – Nella domanda di trasferimento interprovinciale 2016 , nella fase B1 rientra anche chi ha effettuato l’ anno di prova nel 2014/2015? Grazie per la cortese attenzione!

Chiedilo a Lalla

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione