Docente malata di Sma 2 vince la sua battaglia: potrà insegnare con l’aiuto di un assistente

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Ha vinto la sua battaglia Romina Santini, docente di terza fascia, malata di Sma 2: potrà tornare in classe ad insegnare con l’aiuto di un assistente.

La sua malattia non le permette di svolgere il suo lavoro in maniera indipendente fisicamente, ma lei ci tiene molto, gli studenti sono la sua forza.

All’inizio qualche dirigente ha avuto qualche perplessità che in classe con lei ci fosse suo padre, che l’accompagnava, per questioni di privacy. Ma ora è tutto più semplice: il MIUR ha confermato che può entrare in classe con un assistente come è permesso ai docenti non vedenti.

Ora sta cercando chi l’accompagna, perché il papà non può più per motivi di salute: qualcuno si è già fatto avanti. Romina sa che le costerà non poco e che non potrà permettersi di spendere tutto lo stipendio per questo. Intanto è felice e lotterà anche per altri docenti nella sua stessa situazione.

Versione stampabile
anief anief
voglioinsegnare