Argomenti Guide

Tutti gli argomenti

Docente invia e-mail a tutti i genitori della classe sul comportamento di soli due studenti: è lecito? Secondo il Garante no, ecco cosa ha detto

WhatsApp
Telegram

Un Istituto è stato al centro di un reclamo presentato dai genitori di un alunno, i quali hanno lamentato che un insegnante ha inviato un’e-mail ai genitori degli studenti della classe, agli altri insegnanti e al Dirigente rivelando comportamenti inappropriati di soli due studenti. Questa e-mail, che descriveva comportamenti irrispettosi verso l’insegnante stesso e un supplente.

Le motivazioni della scelta

In risposta all’indagine dell’Autorità, il dirigente scolastico ha fornito varie giustificazioni. Ha sottolineato che tali comportamenti influenzano l’ambiente di classe e che la comunicazione mirava a coinvolgere tutti nella gestione di una classe problematica, aggravata dalle tensioni legate al COVID-19. Ha inoltre affermato che la situazione della classe era nota a tutti i membri della comunità scolastica e che la comunicazione rientrava in un approccio concordato con i genitori per affrontare comportamenti difficili.

La valutazione del Garante

L’Autorità ha stabilito che, nonostante le spiegazioni dell’Istituto, non esisteva una base giuridica che legittimasse la comunicazione dei dati personali degli studenti coinvolti. Inoltre, ha rilevato che la divulgazione di tali informazioni a tutti i genitori della classe costituiva una comunicazione illecita di dati personali. Questo atto ha violato i principi di liceità, correttezza, trasparenza e minimizzazione previsti dal Regolamento sulla protezione dei dati (GDPR).

Il Garante, nello specifico, ha dichiarato illecita la condotta dell’Istituto, violando gli articoli 5 e 6 del GDPR e l’articolo 2-ter del Codice sulla protezione dei dati personali. Tuttavia, considerando che si trattava di un caso isolato, che l’Istituto ha collaborato pienamente e ha intrapreso azioni correttive, come la formazione del personale e l’aggiornamento delle procedure, l’Autorità ha deciso di limitarsi a un’ammonizione.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri