Docente in GPS su spezzone, la scuola assegna altro spezzone a precario successivo in graduatoria e nega accesso agli atti. Può farlo?

WhatsApp
Telegram

Con ricorso un docente inserito nelle GPS conseguiva una supplenza su spezzone orario. L’Amministrazione, tuttavia, non ha provveduto a conferire al medesimo alcun completamento su altro istituto, nonostante immediatamente dopo lo spezzone conferito allo stesso vi fosse altro spezzone orario attribuito ad altra docente posizionata in graduatoria in posizione deteriore rispetto a quella del ricorrente. Si pronuncia il TAR con sentenza n 10715/24 nei modi che ora commentiamo.

Negare l’accesso agli atti per verificare il punteggio degli altri docenti in graduatoria è illegittimo
Non veniva riconosciuto alcun completamento orario al ricorrente, pur avendone diritto. Il ricorrente, quindi, al fine di verificare la stipula di contratti a tempo determinato in favore di altri docenti aventi punteggio inferiore e posizionati in graduatoria in posizione deteriore, ha avanzato richiesta di accesso agli atti chiedendo: copia di eventuali titoli di precedenza o preferenza posseduti dagli altri docenti che, pur avendo punteggio inferiore, hanno stipulato rapporti di lavoro con l’Amministrazione resistente; copia delle domande GPS presentate da tali docenti inseriti nelle medesime graduatorie della provincia ed altri atti.

L’istanza è rimasta senza esito. Il ricorrente ha, pertanto, esperito il ricorso per l’accesso e per il TAR il ricorso merita accoglimento poiché il diniego di accesso, tacitamento manifestato, è illegittimo in quanto sussiste legittimazione ed un interesse concreto ed attuale a verificare la regolarità della stipula dei rapporti di lavoro a tempo determinato in favore di soggetti inseriti nelle medesime graduatorie sulla classe di concorso di riferimento; in assenza di obiezioni da parte dell’Amministrazione, non sono ravvisabili peraltro impedimenti che possano ostacolare il pieno soddisfacimento dell’istanza di accesso.

Concludendo quindi per l’accoglimento del ricorso nei termini esposti, con conseguente accertamento del diritto di parte ricorrente ad accedere agli atti e provvedimenti indicati nella istanza di accesso .

WhatsApp
Telegram

“Percorsi abilitanti 30 CFU ai sensi dell’art. 13 del DPCM 04/08/2023”.  Hai tempo solo fino al 27 giugno 2024. Contatta Eurosofia