Docente in anno di prova dopo passaggio di ruolo: è su sede definitiva, non è obbligato a partecipare alla mobilità

di Giovanna Onnis

item-thumbnail

Il passaggio di ruolo è su sede definitiva. Il docente deve svolgere anno di prova ma non è obbligato a partecipare alla mobilità

Una lettrice ci scrive:

“ Sono in anno di prova per passaggio di ruolo dall’Infanzia a Primaria. Devo partecipare obbligatoriamente alla mobilità in quanto neoassunto nella scuola? Dalla segreteria della scuola mi dicono che sono obbligata”

Il passaggio di ruolo è un movimento che rientra nella mobilità professionale e il docente che lo ottiene è tenuto, in base al DM n.850/2015, a svolgere l’anno di prova e formazione nel nuovo ruolo di titolarità

Fanno eccezione a questo obbligo solo i docenti che “ritornano” in un grado di istruzione dove hanno già svolto e superato l’anno di prova e che, quindi, non devono ripetere in quanto il periodo di prova e formazione si svolge solo una volta per ogni ordine di scuola

Dopo passaggio di ruolo nessun obbligo per la mobilità

Il passaggio di ruolo è un movimento esclusivamente volontario e il docente che lo ottiene acquisisce la titolarità in una delle scuole richieste nella domanda. Si tratta, quindi, di sede  definitiva e non provvisoria, per cui il docente non è tenuto a partecipare, se non è interessato, alla mobilità per il successivo anno scolastico

Conclusioni

La nostra lettrice, quindi, contrariamente a quanto le ha comunicato la segreteria della sua scuola, è titolare a tutti gli effetti nella scuola Primaria dove ha ottenuto il passaggio di ruolo e dove sta svolgendo l’anno di prova, quindi non ha alcun obbligo per la partecipazione alla mobilità.

Può partecipare solo se interessata a cambiare scuola e potrà chiedere soltanto trasferimento, non potendo partecipare alla mobilità professionale poiché non ha ancora superato l’anno di prova nel ruolo di appartenenza

Tutto sulla Mobilità 2019

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
ads ads