Docente firma in abito da sposa, Cangemi (PCI): Bianchi, il lavoro non è un regalo, è un diritto”

Stampa

“È veramente triste (e grave) che il ministro Bianchi, commentando la ormai celebre foto di una donna, costretta a firmare il suo contratto di lavoro (precario) in abito da sposa, non trovi di meglio che parlare di “regalo”, ha dichiarato Luca Cangemi, responsabile nazionale scuola del PCI.

“Il ministro ha giurato sulla Costituzione della Repubblica che sancisce che il lavoro è un diritto. Diritto al lavoro e diritto alla dignità nel lavoro sono elementi irrinunciabili di civiltà, la parola regalo è sintomatica di una concezione irricevibile della società. Il ministro Bianchi è impegnato in questi giorni in una narrazione fantasiosa dell’inizio dell’anno scolastico, nel tentativo di nascondere i grandi problemi irrisolti, ma stavolta ha passato il segno”, ha concluso Cangemi.

Docente firma in abito da sposa, Bianchi: “È stato il nostro regalo di matrimonio” [VIDEO]

 

Stampa

Nel prossimo incontro de L’Eco digitale di Eurosogia parleremo di: “Il coding nella scuola del primo ciclo: imparare divertendosi”