Docente esperto, Serafini (Snals): la vera emergenza della scuola è il rinnovo del contratto, così si sottraggono altre risorse

WhatsApp
Telegram

“Il Governo Draghi, in carica per gli affari correnti, con il DL Aiuti bis ha ritenuto che la figura del docente esperto, prevista dalla legge 76, fosse un’emergenza nazionale. Una misura che riguarda poche migliaia di i docenti che potranno beneficiare di un compenso aggiuntivo dopo molti anni e attraverso una procedura molto selettiva”. Così Elvira Serafini, segretario generale dello Snals, commenta l’arrivo della figura del docente esperto introdotta dal dl Aiuti bis.

“Si continua a strappare alla contrattazione una materia ad essa riservata, la retribuzione del personale della scuola” aggiunge.

“Lo Snals Confsal ritiene che la vera emergenza del personale della scuola sia il rinnovo del contratto nazionale di lavoro, scaduto da quattro anni , al quale la misura contenuta del DL Aiuti bis di fatto sottrae altre risorse.

Si si vuole migliorare la qualità della scuola dovrebbero invece essere previste misure per la valorizzazione di tutto il personale. Solo in tal modo gli ambiziosi obiettivi del PNRR di riduzione dei divari territoriali e della dispersione scolastica potranno essere raggiunti” conclude.

In arrivo i “docenti esperti”: avranno un assegno annuale di 5.650 euro in aggiunta allo stipendio ma dal 2032. Lo prevede il Dl Aiuti bis. BOZZA [scarica PDF]

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff