Docente di sostegno e vincolo quinquennale superato: può chiedere anche passaggio di cattedra

di Giovanna Onnis

item-thumbnail

Il docente di sostegno che ha superato il quinquennio può partecipare alla mobilità su materia. Il movimento richiesto per altra classe di concorso è un passaggio di cattedra

Una lettrice ci scrive:

“Sono un docente di sostegno della scuola secondaria di secondo grado che è interessata a ritornare sulla materia, essendo trascorsi i cinque anni di ruolo. Siccome la nomina in ruolo sul sostegno è stata ottenuta dal superamento del concorso 2012 su matematica, volevo chiedere se il passaggio su materia si poteva chiedere per qualsiasi materia in cui si è in possesso di abilitazione e non necessariamente sulla materia matematica. Essendo abilitata SISS anche su matematica e fisica ed avendo servizio pre ruolo su questa classe di concorso sarei interessata a chiedere passaggio su quest’ultima classe di concorso piuttosto che su matematica, dove non ho servizio pre ruolo ma dove però ho superato il concorso da cui ho conseguito la nomina in ruolo sul sostegno”

Il docente titolare sul sostegno che ha superato il vincolo di permanenza quinquennale su questa tipologia di posto può partecipare alla mobilità per materia chiedendo diverse tipologie di movimento

Trasferimento

Sarà possibile chiedere trasferimento da sostegno a materia per la medesima classe di concorso per la quale è titolare su posto di sostegno

Questo movimento, se è nella provincia di titolarità, rientra nella II fase dei movimenti anche se disposto nel comune di titolarità

Passaggio di cattedra

Il docente abilitato anche per altra classe di concorso dello stesso grado di titolarità, potrà chiedere passaggio di cattedra per questa classe di concorso

Passaggio di ruolo

Il docente con i titoli necessari per l’insegnamento in altro grado di istruzione potrà chiedere passaggio di ruolo per la classe di concorso del grado richiesto, per la quale possiede la specifica abilitazione

Aliquota per i passaggi

Passaggio di cattedra e passaggio di ruolo, che sono disposti nella III fase della mobilità, sono movimenti che rientrano nella mobilità professionale per la quale nel CCNI è prevista una precisa aliquota.

La percentuale destinata alla mobilità professionale deve essere calcolata sulle disponibilità residue al termine dei trasferimenti provinciali e, per il prossimo anno scolastico, quella prevista è del 10%

Conclusioni

La nostra lettrice, quindi, se è interessata  alla mobilità per una  classe di concorso diversa da quella per la quale ha ottenuto la nomina in ruolo sul sostegno e per questa classe di concorso ha conseguito l’abilitazione, dovrà e potrà chiedere passaggio di cattedra.

La domanda di trasferimento riguarda, infatti, esclusivamente la classe di concorso nella quale ha acquisito titolarità su posto di sostegno

Tutto sulla Mobilità 2019

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
ads ads