Docente di ruolo da 32 anni, in sciopero della fame per solidarietà con le maestre

WhatsApp
Telegram

Le referenti nazionali del Coordinamento Diplomati Magistrali Abilitati Carla Traverso, Elena De Meo, Silvia Mureddu e Annalisa Cabiddu continuano il loro presidio permanente h24 e lo sciopero della fame dal 26 aprile. Pubblichiamo la lettera a loro inviata dal collega in ruolo Mauro Zanella.

La maestra non si tocca! 

Mi chiamo Mauro Carlo Zanella e sono un insegnante di scuola primaria di Roma (Scuola Emanuela Loi, Istituto comprensivo Pino Puglisi).Dal primo maggio sono in sciopero della fame e il mio peso è finora sceso di 4.1kg (da 116.5 kg a 112.4kg).

Il mio è uno sciopero di solidarietà con le colleghe ed i colleghi estromessi dalle Gae con la sentenza del Consiglio di Stato. Sono infatti da 32 anni un insegnante con contratto a tempo indeterminato in quanto vincitore del concorso bandito nel 1984.

Mi considero tuttavia io pure Docente Magistrale perchè quel diploma è tuttora la mia principale abilitazione all’insegnamento (mi sono successivamente laureato ma in Scienze dell’Eduzione triennale) pertanto difendendo i loro diritti difendo la mia dignità professionale chè altrimenti sarei anch’io da rottamare.

La forza e la bellezza di questo movimento è il fatto che nasce dal basso e che è trasversale alle diverse ideologie politiche.

Personalmente vi aderisco per due ragioni di carattere etico. La prima è di carattere religioso: sono Cristiano e il comandamento è “Ama il prossimo tuo come te stesso” (e il mio prossimo a scuola sono le docenti precarie…abilitate magistrali).

La seconda è di carattere politico: sono comunista e questa è doverosa solidarietà di classe infatti qui si sta scrivendo una nuova e bella pagina della storia del movimento dei lavoratori e delle lavoratrici. “

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur