Docente di inglese operata al cervello da sveglia: ha potuto preservare le funzioni del linguaggio e presto tornerà dai suoi studenti

WhatsApp
Telegram

L’Ospedale Maggiore di Cremona celebra il 50° intervento di neurochirurgia su pazienti svegli, una procedura di alta specializzazione ed elevata complessità.

Tale pratica, svolta solamente in pochi centri italiani, è stata implementata nella struttura lombarda dal 2019.

Il traguardo è stato raggiunto grazie alla 64enne Maria, insegnante bilingue di inglese. Operata la scorsa settimana, Maria si trova ora in buone condizioni di salute. “Era fondamentale per noi non solo rimuovere la lesione, ma anche preservare la duplice funzione del linguaggio”, ha commentato Antonio Fioravanti, leader dell’équipe di Neurochirurgia.

La particolarità del caso risiedeva nella localizzazione diversa delle aree cerebrali responsabili del linguaggio italiano e inglese. Questo ha richiesto un monitoraggio in sala operatoria eseguito in doppia lingua, durante il quale Maria ha svolto brillantemente i compiti di lettura e associazione semantica.

L’awake surgery è frequentemente utilizzata per il trattamento dei tumori cerebrali in aree critiche, ovvero quelle che governano funzioni come il movimento e il linguaggio. Questa tecnica consente ai medici di utilizzare una “mappa corticale” in tempo reale durante l’operazione, garantendo la massima salvaguardia delle funzioni del paziente.

Nell’elenco dei 50 interventi di ‘awake surgery’ effettuati in cinque anni, spicca il caso del musicista Enrico Presti, al quale è stato asportato un tumore cerebrale mentre suonava la tastiera.

In tempi recenti, la chirurgia da svegli è stata impiegata anche per il trattamento di anomalie vascolari cerebrali e patologie funzionali come l’epilessia del lobo temporale. Questa rappresenta un’importante opportunità di cura per patologie complesse e apre nuove prospettive terapeutich

WhatsApp
Telegram

La Dirigenza scolastica, inizio anno scolastico: la guida operativa con tutte le novità 2024/25 con circolari e documenti pronti all’uso