Docente colpita da pallini ritorna in cattedra: “Penso che rivoluzionerò un po’ il metodo, Li farò lavorare un po’ di più, magari anticipando i compiti che devono fare a casa”

WhatsApp
Telegram

L’istituto professionale Viola Marchesini di Rovigo è di nuovo sotto i riflettori all’inizio di questo nuovo anno scolastico. Maria Cristina Finatti, l’insegnante che era stata attaccata dai suoi studenti con una pistola ad aria compressa e umiliata sui social, riprende il suo ruolo.

Quest’anno, sarà responsabile di cinque prime classi e quattro seconde, escludendo la classe dell’incidente, ora guidata da un’altra docente.

A seguito dell’incidente, Finatti ha avuto tempo per riflettere sulle circostanze e sull’approccio per il nuovo anno. “Sarò più attenta”, afferma in un’intervista al Corriere delle Alpi. Finatti ha anche in programma di aggiustare il suo metodo di insegnamento: “Li farò lavorare un po’ di più, magari anticipando i compiti che devono fare a casa. Poi bisognerà vedere anche come saranno”. Tuttavia, rimane convinta che l’attacco non fosse un riflesso del suo metodo d’insegnamento, ma piuttosto dell’ossessione degli studenti per i follower sui social media.

Dopo l’episodio, l’istituto è stato visitato da ispettori inviati dal ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, specialmente quando è venuto a sapere della promozione dei quattro studenti coinvolti. Questi studenti erano stati promossi con voti alti in condotta, a dispetto del loro comportamento. Il ministro ha sollecitato una riconsiderazione delle decisioni in base al Dpr 122/2009 e al regolamento d’istituto.

Tuttavia, nonostante le pressioni esterne, l’unica azione intrapresa è stata la riduzione dei voti di condotta, con la conferma della promozione per tutti gli studenti coinvolti. Finatti ha espresso delusione per la mancanza di sostegno da parte dei colleghi e della dirigente e ha denunciato tutti i 24 studenti della classe. Solo uno studente ha chiesto scusa, mentre gli altri sono stati difesi strenuamente dai loro genitori.

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA