Docente che ha superato concorso straordinario 2020 è abilitato, la posizione della UIL Scuola

WhatsApp
Telegram

Riconoscimento abilitazione per i docenti che hanno superato la prova prevista per il concorso straordinario di cui al DD n. 510 del 23 aprile 2020 e DD n. 783 dell’8 luglio 2020. La modifica introdotta dal Decreto Sostegni bis, già approvato alla Camera, ha generato confusione rispetto all’argomento. Il sindacato UIL chiede una precisa risposta, dato che domani 16 luglio verrà aperta la piattaforma per l’inserimento dei nuovi abilitati negli elenchi aggiuntivi alla prima fascia GPS.

Ecco cosa scrive il sindacato

“Come noto la legge n. 159/2019 aveva previsto un percorso di formazione, da disciplinare con apposito decreto ministeriale, che avrebbe permesso il conseguimento dell’abilitazione anche ai docenti che, superate le prove del concorso straordinario della scuola secondaria di secondo grado, con il punteggio minimo previsto (56/80), non fossero rientrati nel numero dei posti messi a bando (c.d. idonei ma “non vincitori”). Durante tale percorso, inoltre, il docente avrebbe dovuto acquisire i 24 CFU, laddove non ne fosse già in possesso, e sostenere un esame finale abilitante.

Il decreto Sostegni bis, attualmente in via di definizione, ha eliminato una buona parte di questo percorso abrogando la parte della legge che prevedeva l’acquisizione dei 24 CFU e quella relativa all’esame finale per l’acquisizione dell’abilitazione, per cui non è più prevista una prova ulteriore da sostenere per il conseguimento di quest’ultima.

Il decreto, inoltre, interviene sulla graduatoria finale eliminando la differenza tra “vincitori” e “idonei” e prevedendo che questi ultimi siano “integrati” nella graduatoria dei vincitori per cui di fatto viene a determinarsi una unica graduatoria in cui sono tutti “vincitori” non essendoci più la categoria degli “idonei” a cui era dedicato il percorso originario per l’acquisizione della abilitazione.

Per tali motivi, in assenza di un chiarimento ufficiale da parte dell’Amministrazione o della politica, per la UIL scuola l’abilitazione si consegue direttamente al superamento delle prove previste, con il punteggio minimo previsto (56/80), indipendentemente se il docente inserito in graduatoria accetterà o meno la proposta di assunzione in ruolo.

Pertanto ritiene che il docente che ha superato la prova anzidetta possa utilizzare anche per l’imminente inserimento nelle GPS di I fascia la “finestra” che si aprirà a partire dal 16 luglio.

Per i suddetti motivi la UIL Scuola ha già inviato una richiesta ufficiale al Capo Dipartimento del Ministero dell’Istruzione con la quale ha chiesto di conoscere come la Amministrazione intenda operare, anche al fine di prevenire un prevedibile quanto inutile contenzioso.”

La richiesta

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur